Aleix Espargarò mette in guardia l’Aprilia: rischia un errore gigantesco

In Francia altro risultato importante di Aleix Espargarò: a fine gara il pilota lancia un messaggio importante all’Aprilia.

Ormai l’Aprilia non è più una sorpresa, ma una realtà del campionato MotoGP. Anche a Le Mans grande prestazione con Aleix Espargarò, terzo al traguardo e al quarto podio stagionale su sette gare disputate.

Aleix Espargaro (Ansa Foto)
Aleix Espargaro (Ansa Foto)

Alcune cadute avvenute durante il Gran Premio di Francia hanno aiutato, però non tolgono i meriti del pilota spagnolo. Tra l’altro, negli ultimi giri è stavo bravissimo a tenersi dietro un arrembante Fabio Quartararo.

La classifica generale dice che il catalano è in seconda posizione, a soli 4 punti dal rivale della Yamaha. Un Mondiale straordinario quello disputato finora da lui e dal team di Noale, che possono sognare in grande. Anche se mancano tanti GP e può succedere di tutto, la costanza di risultati mostrata finora autorizza ad avere obiettivi elevati.

MotoGP, Aleix Espargarò e il rinnovo: messaggio ad Aprilia

I piazzamenti che sta conquistando in questa prima parte di campionato MotoGP rafforzano la posizione di Espargarò nella trattativa per il rinnovo di contratto. Lui con la RS-GP sta facendo qualcosa di grande, a differenza del compagno di squadra Maverick Vinales.

L’Aprilia non può permettersi di perdere Aleix, sarebbe folle. L’amministratore delegato Massimo Rivola ha già fatto sapere che un accordo verrà trovato, c’è l’assoluta volontà di andare avanti insieme. Il pilota, però, è un po’ deluso da come stanno procedendo le negoziazioni e si aspettava che un’intesa sarebbe stata raggiunta prima.

Espargarò al termine della gara MotoGP a Le Mans è stato molto chiaro nell’invitare il team a non lasciarselo sfuggire: “Se Aprilia lascia andare qualcuno che fa quello che sta facendo io, farà la cagata più grande della storia”.

Non usa mezzi termini il pilota spagnolo, avvisa la casa di Noale che commetterebbe un grosso errore non trattenendolo. Il problema, però, non è la volontà di rinnovare: è una questione di soldi. Evidentemente al momento lui chiede più di quello che gli viene offerto.

Aleix, comunque, non ritiene che le sue pretese di stipendio siano esagerate: “Mi sembra normale quello che sto chiedendo – riporta Sky Sport MotoGP – anzi è sotto al mercato. Sono cosciente di dove sono e della mia età, però la parola giusta in questo caso è rispetto”.

La sensazione è che alla fine un accordo arriverà, anche se un po’ sorprende che stia servendo tutto questo tempo. Possibile che la questione venga risolta prima del Gran Premio di Catalogna (3-5 giugno) se non già prima del GP d’Italia (27-29 maggio).

Sarebbe molto importante per le parti accordarsi in tempi stretti, così da proseguire la stagione senza una vicenda così delicata in sospeso e con la massima serenità. Rivola sa cosa fare.