Verstappen, messaggio alla Red Bull dopo Miami: una cosa lo preoccupa

Verstappen non si rilassa dopo il trionfo nel GP di Miami: sa che non sarà una passeggiata battere Leclerc e Ferrari nella corsa al titolo.

Prosegue la rimonta di Max Verstappen in F1. Dopo la vittoria a Imola, è arrivata anche quella a Miami. Adesso sono 19 i punti che lo separano da Charles Leclerc, leader della classifica generale.

Max Verstappen (Ansa Foto)
Max Verstappen (Ansa Foto)

Il campione in carica, a differenza del rivale della Ferrari, ha dovuto scontare ben due ritiri per problemi alla sua Red Bull e dunque ha perso tanti punti. L’affidabilità è un fattore che può risultare decisivo nella corsa iridata.

Sergio Perez in Florida ha avuto dei problemi al motore e per questo ha dovuto accontentarsi del quarto posto, non riuscendo a superare Carlos Sainz neanche con gomme più morbide di quelle dello spagnolo. Verstappen, per fortuna, non ha avuto lo stesso guaio e ha potuto tenere dietro Leclerc anche dopo il rientro della Safety Car.

Red Bull F1, Verstappen preoccupato da un aspetto

Max a Miami aveva avuto problemi di natura idraulica nella giornata di venerdì, dunque il suo fine settimana non era iniziato benissimo. Poi tutto è stato sistemato e non ci sono state ripercussioni.

Ad ogni modo, per il futuro il pilota non è tranquillissimo: “Abbiamo ancora dei problemi da risolvere – ha detto a Sky Sports –. Siamo veloci, ma il mio venerdì è stato terribile e ciò non è il massimo per fare un buon weekend. Anche Checo ha avuto problemi, quindi serve essere al top. C’è molto potenziale, però è necessaria affidabilità”.

Le parole di Verstappen sono molto chiare e rappresentano un monito per tutti in Red Bull: “Dobbiamo assicurarci che certe cose non accadano. Ovviamente, ci stiamo lavorando a fondo. Dobbiamo assicurarci ci essere più affidabili, anche se comunque sono contento della velocità della vettura”.

A livello di prestazioni la RB18 è assolutamente competitiva e i risultati ottenuti finora lo dimostrano in modo netto. Giustamente, il driver olandese pretende che il team lo metta nella condizione di non soffrire guai di affidabilità che possano pregiudicare la sua corsa al titolo.

Nel suo ruolino stagionale ha già collezionato due zeri per problemi alla monoposto e non sono pochi, considerando che sono passati solamente cinque gran premi. Le dichiarazioni di Verstappen devono aumentare il livello di guardia in casa Red Bull, dove non mancano le competenze per accontentare i piloti.