Ferrari, Mika Hakkinen lancia l’allarme: la situazione è preoccupante

Il pilota finlandese, Mika Hakkinen, ha parlato della lotta al vertice tra Red Bull Racing e Ferrari. Le parole dell’ex campione della McLaren sono allarmanti per la Rossa.

Il Gran Premio di Miami ha palesato tutti i progressi della Red Bull Racing, confermando quanto di buono mostrato in Emilia Romagna. L’1-2 di Max Verstappen, nelle ultime due corse, ha rispedito la Ferrari sulla terra. L’entusiasmo era alle stelle dopo il Gran Premio d’Australia. Charles Leclerc aveva messo in mostra una supremazia imbarazzante per la concorrenza. Il monegasco aveva conquistato pole, giro più veloce in gara, vittoria, senza mai cedere la prima posizione.

Mika Hakkinen (Ansa Foto)
Mika Hakkinen (Ansa Foto)

Il primo grand chelem di CL16 era coinciso con il secondo ritiro stagionale di Max Verstappen. Un DNF che lo aveva allontanato in classifica piloti e aveva fatto credere che la RB18 fosse un’auto fragilissima sul piano tecnico. Il team austriaco si è ricompattato e ha portato sviluppi che hanno fatto la differenza. La wing car di Milton Keynes non solo ha accorciato il gap, ma ha fatto dei progressi che Binotto ha stanziato addirittura in due decimi di vantaggio sulla F1-75.

La differenza è risultata palese sul veloce tracciato di Miami. Nonostante una prima fila tutta rossa, Max Verstappen nel giro di poche tornate si è preso la leadership della corsa. L’olandese ha sfruttato al massimo la cavalleria del motore Honda, grazie ad un assetto scarico e agli update mirati dei tecnici. Charles Leclerc ha potuto poco nella sfida al campione del mondo. Gli scenari in classifica sono radicalmente cambiati dopo Imola e il GP in Florida.

Charles Leclerc conserva 19 punti di vantaggio su Max Verstappen. Nella graduatoria costruttori, invece, la Scuderia ora ha appena sei punti in più della Red Bull Racing. Hanno pesato, certamente, i ritiri di Carlos Sainz, ma gli sviluppi hanno invertito i valori di forza. Ora la squadra austriaca è in vantaggio e la Ferrari dovrà provare a rispondere con un mega pacchetto in Spagna.

Ferrari, l’opinione di Mika Hakkinen

La Rossa dovrebbe presentarsi con un nuovo fondo per recuperare in efficienza sulla RB18. Con l’effetto suolo, il fondo produce circa il 50% della downforce, risultando ancora più determinante rispetto al passato. Nel Gran Premio dell’Emilia Romagna i tecnici di Milton Keynes hanno portato un nuovo fondo, realizzato con materiali più leggeri che ha permesso una riduzione del peso ed un maggior bilanciamento. Previsti sviluppi sull’ala posteriore e anche sul diffusore della F1-75.

Mika Hakkinen non si è lasciato impressionare dal fatto che sul podio di Miami vi erano due piloti Ferrari. Sergio Perez è arrivato al quarto posto, accusando anche un calo di potenza durante la gara. Nella sua rubrica per il bookmaker britannico Unibet il finlandese ha dichiarato: “E’ stata un’altra vittoria importante per Max e considerando che ha vinto tutte le gare che ha concluso in questa stagione possiamo dire che la Red Bull Racing è decisamente più veloce della Ferrari”.

Il pilota della McLaren ha dichiarato: “La gara di Max è stata molto forte. È partito bene, così è stato in grado di prendere il secondo posto di Carlos Sainz e la sua manovra di sorpasso contro Charles Leclerc al 9° giro è stata perfetta. Il pilota della Red Bull Racing ha un vantaggio di velocità rispetto alla Ferrari, motivo per cui Charles non è riuscito a superare Max anche con l’appiattimento dell’ala. Dopo il ritardo della safety car innescato dall’incidente di Lando Norris e Pierre Gasly, Charles ha spinto forte per sorpassarlo, ma Max è stato in grado di difendersi e allontanarsi. Aveva tutto sotto controllo“.

La Ferrari sta pianificando alcuni aggiornamenti alla propria vettura e Charles e Carlos avranno davvero bisogno di questi sviluppi per avere molta più potenza perché la Red Bull Racing sembra molto forte. L’affidabilità sembra essere l’unico punto debole della squadra. Ad esempio, Max ha avuto un problema costoso venerdì. Ma se riusciranno a tenere sotto controllo la stabilità sarà difficile per la Ferrari”, ha tuonato il bicampione del mondo.