Marquez, Le Mans crocevia della stagione: sentite che vuole fare

Marc Marquez arriva a Le Mans per giocarsi le sue ultime cartucce in merito ad un ritorno in lotta per il titolo. Ecco le sue parole.

Serve una reazione da Marc Marquez e dalla Honda, che dovrà arrivare sin dal Gran Premio di Francia. L’otto volte campione del mondo arriva a Le Mans nella consapevolezza di non rivestire i galloni di favorito, soprattutto a causa di una RC213V molto deludente, in netta controtendenza con quanto si era visto nei test invernali.

Marquez (ANSA)
Marquez (ANSA)

A Mandalika, prima del debutto stagionale in Qatar, Pol Espargaró aveva fatto segnare il miglior tempo, e la moto nipponica sembrava aver raggiunto la Ducati in termini di performance assoluta. Tuttavia, la gioia è stata molto breve, visto che dopo il podio di Pol a Losail non sono arrivati altri piazzamenti degni di nota.

Marquez ha subito anche l’ennesima caduta proprio nel Gran Premio di Indonesia, a causa di un highside avvenuto nel Warm-up. Lo spagnolo è stato costretto a saltare sia la tappa di Mandalika che quella di Termas de Rio Hondo in Argentina, perdendo tantissimo terreno in classifica mondiale.

L’otto volte campione del mondo insegue ancora il primo podio stagionale. Solo su alcune piste, la RC213V riesce ad esprimersi al meglio, ma su altre è costretta ad una fatica estrema. Il nativo di Cervera avrebbe potuto probabilmente vincere la gara del suo rientro in pista, vale a dire quella di Austin, ma anche in quel caso la sfortuna non si è dimenticata di lui.

Lo spagnolo ha pagato a caro prezzo una brutta partenza a causa di un problema alla sua moto, rimontando poi sino alla sesta posizione con un ritmo nettamente superiore a quelli che lo precedevano. Anche in Spagna le performance della sua moto hanno lasciato a desiderare, ma il buon Marc è riuscito a conquistare un gran quarto posto scavalcando Miller proprio all’ultimo passaggio.

In quel di Le Mans è atteso un bel riscatto, anche se la pista transalpina non pare troppo favorevole alla Honda. Nel frattempo, la casa giapponese ha fatto capire che al suo fianco ci sarà Joan Mir il prossimo anno, dopo l’addio della Suzuki al Motomondiale annunciato la scorsa settimana.

Marquez, si cerca il riscatto a Le Mans

Marc Marquez è nono nel mondiale con 44 punti conquistati, praticamente la metà degli 89 con i quali la Yamaha di Fabio Quartararo comanda la graduatoria generale. Il Gran Premio di Francia, vinto nel 2014, 2018 e 2019 dall’otto volte campione del mondo, rappresenta una gara da dentro o fuori, anche se la rimonta sui primi della classe appare già quasi impossibile.

Nel consueto comunicato stampa rilasciato prima del week-end di gara dalla Honda, Marquez ha rilasciato le sue prime parole, tornando anche su quanto visto a Jerez de la Frontera e sui test disputati nel lunedì successivo alla corsa spagnolo. Il #93 appare piuttosto fiducioso.

Nel complesso, mi sento di poter dire che il week-end di Jerez è stato abbastanza positivo, visto che abbiamo avuto modo anche di effettuare dei test in cui siamo stati in grado di imparare molto. Ora arriviamo in Francia per vedere cosa è possibile fare. L’importante è continuare a lavorare molto duramente, continuare a migliorare e continuare a ridurre le distanze dai primi in classifica“.

A Jerez abbiamo fatto progressi ed ora dobbiamo andare avanti, soprattutto dopo i test è importante vedere come stanno le cose e se le cose nuove che abbiamo provato possono aiutarci. Ho fatto delle belle gare a Le Mans in passato ed il Gran Premio di Francia è uno dei più impegnativi, il risultato può dipendere molto dalle condizioni del meteo, ma al momento non sembra prevista pioggia per questo fine settimana. Aspettiamo e vediamo quello che succederà“.