MotoGP, Aprilia e l’ipotesi team satellite: Rivola fa chiarezza

Rivola ha risposto in merito all’ipotesi che Aprilia disponga di un team satellite a partite dal prossimo campionato MotoGP.

La notizia del probabile ritiro della Suzuki dalla MotoGP ha scioccato il paddock e i tifosi. Anche se la casa di Hamamatsu non ha emesso un comunicato ufficiale, ci ha pensato Dorna Sports a chiarire che ci sono contatti in corso e che un’uscita dal campionato può arrivare solo tramite un accordo.

Massimo Rivola (Foto LaPresse)
Massimo Rivola, amministratore delegato Aprilia Racing (Foto LaPresse)

Suzuki ha un contratto per correre nel Motomondiale fino al 2026, pertanto per andarsene dovrebbe pagare una penale. È possibile che la prossima settimana, quella che culminerà con il Gran Premio di Francia a Le Mans, arrivi una nota ufficiale da parte dell’azienda giapponese per chiarire i motivi della scelta di lasciare la MotoGP.

Sarà interessante vedere cosa succederà se davvero il marchio di Hamamatsu abbandonerà la griglia a fine anno. Si parla già della possibilità che entri un nuovo team per fare in moto che il numero di moto non cambi. Non va escluso che dal 2023 l’Aprilia abbia una squadra satellite in top class.

MotoGP, Rivola parla del team satellite Aprilia: fissato l’obiettivo

Non è detto che la squadra cliente Aprilia debba per forza essere un nuovo ingresso. È trapelata l’esistenza di contatti con WithU RNF, struttura guidata da Razlan Razali che ha un contratto in scadenza con Yamaha e che sta valutando il proprio futuro in MotoGP. Lin Jarvis ha detto che l’obiettivo è rinnovare, però non è qualcosa di scontato.

Massimo Rivola, amministratore delegato di Aprilia Racing, è stato interpellato sull’argomento team satellite da Motosprint e ha così risposto: “Ne parlavamo già lo scorso anno. Non siamo interessati a vendere le moto. Se c’è l’occasione, vorremmo avere una sorta di Junior Team che possa lavorare fianco a fianco con noi per sviluppare le moto e far crescere sia i piloti che gli ingegneri”.

Rivola ribadisce che la casa di Noale pensa già da un po’ al fatto di dotarsi di un’altra squadra e spiega anche la modalità di accordo che si cerca. Parla di Junior Team, chiarendo il tipo di collaborazione alla quale Aprilia è interessata. Vedremo se riuscirà a raggiungere questo obiettivo per il 2023. Ci sono contatti in corso, però poi è necessario accordarsi su tutta una serie di dettagli importanti e non è facile riuscirci.