Ferrari e Red Bull hanno copiato? Ecco qual è stata l’ispirazione

Che la competitività della F1-75 non sia tutta farina del sacco della Ferrari? Dall’Inghilterra ipotizzando un copia-incolla da un altro team.

Era stato lo stesso boss del Cavallino Mattia Binotto ad averlo confidato in corrispondenza del lancio della nuova auto. La Ferrari che stiamo vedendo in pista ha preso qualcosa da una concorrente. A stuzzicare il desiderio della scuderia italiana di riprendere un’idea altrui fu una presentazione.

Charles Leclerc, Ferrari (Ansa Foto)
Charles Leclerc, Ferrari (Ansa Foto)

Ora dal Regno Unito si fa largo una voce, ossia che la Rossa e la Red Bull abbiano replicato il muso dell’Aston Martin. Fa strani pensare che la verdona, a differenza delle altre due vetture sia in difficoltà, ma evidentemente la soluzione tecnica da lei trovata si è sposata meglio con il telaio delle rivali.

Ferrari e Red Bull hanno copiato Aston Martin?

A quanto pare, il dettaglio del musetto è talmente piaciuto a Maranello ha averlo immediatamente inserito e provato in galleria del vento, così da sfoggiarlo già dai test invernali. Diversamente l’equipe di Milton Keynes avrebbe preferito fare tutte le valutazioni del caso prima di “stravolgere” il proprio disegno di partenza.

Il cosiddetto “keel” viene utilizzato come contenitore di diversi elementi, in particolare dell’elettronica così da non concentrarsi solamente sulle pance, ma nel caso della RB18 è dotato altresì di un condotto alto e stretto per ottimizzare il raffreddamento.

Come affermato dalla stampa britannica, se la F1-75 non ha avuto problemi a rivedere il proprio progetto, per la scuderia austriaca è stato un processo complesso, in quanto nella mente di Adrian Newey c’era l’intenzione di rendere più affusolato il corpo del veicolo in modo da poter aggiunge con più facilità i diversi elementi dell’ala su entrambi i lati.

Questa strada non è piaciuta solamente alle due squadre che si stanno contenendo il titolo e che paiono essere nettamente superiori alla concorrenza. Lo scorso weekend a Imola anche l’Alpine ha introdotto la “keel wing”, in particolare sulla A522 di Fernando Alonso, il quale, chiamato a verificare numerose novità, sembra aver apprezzato e promosso questa evoluzione.