MotoGP, Bastianini compagno di Bagnaia in Ducati: arriva la sentenza

Abbiamo chiesto ai nostri lettori di votare il pilota da affiancare a Pecco Bagnaia in Ducati nel 2023. Ecco la percentuale finale del sondaggio.

In Ducati è un momento di riflessione, dopo i primi risultati stagionali. La squadra corse ufficiale ha deluso, sin qui, non riuscendo a racimolare neanche una vittoria. Nelle prime quattro gare il risultato per il team factory migliore lo ha portato a casa Jack Miller, terzo al COTA. L’australiano pare essere, però, il centauro più traballante del Paddock della classe regina. Tutti sognano di scippare il sedile a Miller, dato che Pecco Bagnaia è sicuro del suo posto in squadra fino al 2024.

Ducati Desmosedici (Ansa Foto)
Ducati Desmosedici (Ansa Foto)

Il torinese non ha iniziato la stagione nel migliore dei modi, non riuscendo ad andare oltre la quinta posizione. Sia in Argentina che negli Stati Uniti il pilota ha raccolto due piazzamenti al quinto posto, dopo un inizio da incubo. Nella gara inaugurale il ducatista aveva centrato in pieno il collega del team Pramac, Jorge Martin, chiudendo con un mesto ritiro. Il quindicesimo posto di Mandalika aveva lanciato un forte allarme, che si è ripetuto nelle ultime sfide.

La GP21 del team Gresini va, decisamente, più forte della GP22. Enea Bastianini sta beneficiando di una moto costruita per vincere, come dimostrano anche le sei vittorie complessive totalizzate da Bagnaia e Miller in sella alla Desmosedici 2021 nello scorso campionato. In Ducati la concorrenza è spietata e tanti giovani si stanno facendo notare. Oltre al Bestia, scalpitano anche Jorge Martin e Johann Zarco. Gli alfieri del team Pramac sperano di ripetere il percorso degli attuali piloti della squadra corse ufficiale. Una promozione non è esclusa, come ha dichiarato Jorge Lorenzo.

I risultati del sondaggio sulla Ducati

Nella lista dei papabili piloti della Ducati nel 2023 avevamo inserito anche il campione del mondo Fabio Quartararo. L’avventura del francese sembra essere arrivata ai titoli di coda, dopo il grande trionfo del 2021. Il nativo di Nizza ha dominato lo scorso anno, ma la sua Yamaha M1 non è stata evoluta, come nelle sue attese. La casa di Iwata ha promesso di investire i suoi sforzi nella prossima annata, ma il campione sta perdendo fiducia, dopo i primi risultati non in linea con le sue aspettative.

Per Fabio sarà molto difficile difendere lo scettro in questa stagione e anche per questo motivo si sta guardando intorno. Tutto lascia pensare che alla fine potrebbe lasciare la Yamaha, ma la direzione non dovrebbe essere la Rossa di Borgo Panigale. I piloti favoriti sono Jorge Martin ed Enea Bastianini. I due si sono contesi anche il titolo di best rookie nella loro prima annata in MotoGP. Nel 2021 la spuntò il ragazzo spagnolo che è dotato di un istino ed una velocità straordinaria.

Il talentuoso Enea, però, è il preferito dai nostri lettori. Il romagnolo si sta facendo apprezzare per uno stile di guida preciso, pulito e una capacità unica di leggere i momenti della gara. Le sue vittorie sono frutto di una attenta strategia. Il centauro del team Gresini è bravissimo nella gestione delle mescole e calcola in modo scientifico gli attacchi. La Desmosedici è, certamente, una moto già pronta per fare la differenza che sta esaltando le abilità dell’italiano.

Il pubblico ha deciso, con il 73% dei voti, che deve essere Enea ad affiancare Pecco in Ducati nel 2023, per un team tutto italiano. Fabio Quartararo è arrivato al secondo posto con il 18%. Jorge Martin ha ricevuto la terza preferenza con l’8%. Al penultimo posto Jack Miller, davanti a Johann Zarco. L’esperto francese appare, realmente, defilato per la promozione nel team ufficiale. Dal 2007 la Ducati aspetta l’erede di Casey Stoner che fu in grado di conquistare la corona iridata, battendo Valentino Rossi. Ecco gli orari della prossima tappa che si correrà in Portogallo, sul circuito di Portimao. Non perdetevi neanche una sessione del quinto round stagionale.