Nuova Mini Countryman: grande sorpresa per la gamma motori

La nuova Mini Countryman riserva grandi sorprese in controtendenza, a cominciare dalla scelta della gamma motori.

Il mercato delle auto si muove sempre più speditamente verso i motori elettrici o elettrificati, ma i propulsori a diesel e benzina continueranno la loro storia ancora per molto tempo. Ne è una dimostrazione la scelta del marchio MINI, affiliato alla Casa costruttrice tedesca BMW, che avrebbe deciso, secondo l’agenzia Ansa, di realizzare la prossima generazione della Mini Countryman con motori tradizionali.

Mini (AdobeStock)
Mini (AdobeStock)

Secondo i primi ‘rumors’ riportati dalla stampa specializzata la nuova Mini Countryman sarà rivisitata in lungo e in largo, a cominciare dalle dimensioni, ma resterà ancorata ai motori a combustione interna, tanto da mettere in discussione la versione ibrida plug-in per la Cooper SE. Inoltre la prossima Mini Countryman verrà affiancata da un nuovo crossover elettrico realizzato in Cina, così da coprire le necessità di una clientela sempre più orientata verso le emissioni zero e la mobilità sostenibile.

La Mini Countryman in versione ICE

Il nuovo crossover compatto elettrificato, di cui ancora non si conosce il nome, avrà dimensioni simili alla Mini Countryman ed entrerà nel segmento di mercato proprio dei C-suv premium. Per quanto riguarda le versioni endotermiche sembra confermato che il marchio Bmw proseguirà con lo sviluppo dei motori ICE benzina ‘Euro 7 ready’, ma anche con propulsori turbodiesel di ultima generazione e meno inquinanti di quelli precedenti. La nuova Countryman non sarà più realizzata nei Paesi Bassi ma in Germania, mentre la produzione dei modelli elettrici sarà incentrata in Cina.

Mini Countryman (foto Ansa)
Mini Countryman (foto Ansa)

Nei giorni scorsi al Nurburgring sono iniziati dei test sulla nuova MINI Countryman. Il debutto sul mercato dovrebbe avvenire alla fine del 2022 e al momento non si ha notizia di ulteriori dettagli. I primi muletti sono fortemente ricoperti di camuffature ed è quindi difficile anche ipotizzare dimensioni e design. L’unico dettaglio che si può confermare è l’uso di fari LED dalla forma circolare che sembra una notizia piuttosto scontata, e una griglia più ampia.

Secondo le prime indiscrezioni la Countryman conserverà il tettuccio apribile e le barre portatutto e potrebbe montare il 2.0 turbo da 306 CV e 332 Nm di coppia. Per il nuovo crossover, invece, dovremo attendere fino al 2024.