Perez è insaziabile: altro che scudiero di Verstappen, sentite cosa punta

Il pilota messicano, Sergio Perez, della Red Bull Racing ha svolto un lavoro egregio in questo fine settimana, completando la prima doppietta della stagione.

Sergio Perez ha fatto uno straordinario lavoro da seconda guida in un weekend fondamentale per la squadra austriaca. Il pilota ha rimontato nella Sprint Race, riuscendo a piazzarsi in terza posizione. Il driver della RB è partito alla grande nel Gran Premio dell’Emilia Romagna, sopravanzando Charles Leclerc. Il messicano ha fatto da guardaspalle al campione del mondo.

Sergio Perez
Sergio Perez (Ansa Foto)

Il nativo di Guadalajara ha tenuto il testa a testa con il monegasco per tutti i tratti della corsa. Dopo il primo pit stop di Charles Leclerc, Sergio Perez è stato bravo a riprendersi la seconda posizione. La mancanza del DRS in quel momento della corsa ha aiutato il pilota della Red Bull Racing. Charles ha dovuto accontentarsi di mettersi negli scarichi della RB18 e il messicano ha tenuto duro a spalle larghe. La Red Bull Racing e la Ferrari hanno fatto una gara a parte rispetto a tutte le altre squadra.

Il messicano ha tenuto la seconda posizione, mentre Leclerc ha commesso un errore di impazienza. Il nativo di Guadalajara è terzo ora in graduatoria, alle spalle di Leclerc e Verstappen. Il monegasco, sesto al traguardo, è salito a 93 punti. L’olandese, campione del mondo in carica, ha raggiunto quota 67, davanti al compagno di squadra a 60.

La promessa di Sergio Perez

A caldo, nel dopo gara, il messicano ha dichiarato: “E’ stata una lotta molto intensa a metà gara e alla fine con Leclerc. Tutto era sotto controllo ma poi hanno cominciato a inseguirci con le soste. Ed è stato un po’ un gioco nel riscaldamento delle gomme per tenerlo dietro. La cosa più importante oggi era non commettere errori perché le condizioni erano davvero insidiose e ottenere una doppietta con queste condizioni è un grande risultato per il team. Abbiamo avuto tanta sfortuna, è stato un avvio di stagione difficile per noi e sono molto contento vedere che tutti nel nostro team sorridono oggi”.

Sergio Perez è soddisfatto anche della classifica. Il messicano ha portato a casa tantissimi punti questo weekend, esattamente come il compagno di squadra. I tori della Red Bull Racing hanno ridotto il distacco dal vertice. “Il mio obiettivo è vincere, però oggi è una giornata importante per il team. Dobbiamo continuare a lavorare credo che ci sono ancora alcuni settori in cui dobbiamo migliorare per giocarmi la vittoria, però sono molto contento che abbia vinto Max quest’oggi”, ha concluso il messicano.

In classifica costruttori la RB è salita al secondo posto a quota 127 punti, a soli nove punti dalla Ferrari. La sfida è apertissima e sembra una questione esclusiva tra il team austriaco e quello italiano. Gli errori di Sainz e Leclerc sono risultati pesantissimi. Arriveranno giorni migliori e nuove sfide. Appuntamento tra due settimane a Miami per la quinta prova stagionale.