Wolff spaventato I Polemiche sulla Ferrari I Valentino Rossi accusato

La Ferrari è la grande protagonista di questo inizio di stagione, e si parla molto del suo passo. Valentino Rossi è ancora chiacchierato.

Tante emozioni nell’inizio del mondiale di F1 targato 2022, dove la Ferrari è risultata la grande protagonista con due vittorie nei primi tre appuntamenti. Le grandi prestazioni del Cavallino hanno portato i tifosi ad organizzarsi per il tutto esaurito ad Imola, dove oggi si disputerà la quarta tappa stagionale. Tra le notizie della settimana ci sono le frasi di Toto Wolff nei confronti della Rossa, così come una piccola polemica che ha visto coinvolto la Scuderia modenese. Anche Valentino Rossi e Guido Meda sono al centro del “gossip”.

Ferrari, Valentino Rossi e Guido Meda
Ferrari, Valentino Rossi e Guido Meda

Ferrari, ecco il pensiero di Toto Wolff sul Cavallino

La Ferrari si presenta ad Imola con il miglior pubblico possibile presente sugli spalti, un’atmosfera da brividi che non si viveva, da questa parti, dal lontano 2006, l’ultima volta in cui il tracciato posto sulle rive del Santerno vide la presenza degli spettatori. All’epoca, il trionfo venne firmato da Michael Schumacher, mentre oggi tutti faranno il tifo per Charles Leclerc e Carlos Sainz.

Nel corso della settimana, Toto Wolff ha commentato il lavoro fatto dal Cavallino, esaltando le performance di questa monoposto: “Penso che la situazione sia chiara a tutti: abbiamo visto un enorme salto da parte della Ferrari dall’anno scorso a questo. La Ferrari è passata quasi sicuramente dall’essere 10 cavalli indietro agli altri a poterne disporre di 10 di vantaggio sulla concorrenza. Devo ammettere che questo è un qualcosa che a noi non è mai riuscito in passato. Ma, se è successo, tutto il merito è loro“. Per approfondire la notizia leggi qui.

Ferrari, c’è una polemica attorno alla Rossa

Quando una squadra acquisisce un’improvvisa superiorità tecnica, automaticamente porta allo scatenarsi delle polemiche, ed anche ora tutto ciò sta accadendo con la Ferrari protagonista. Tuttavia, i team non stanno insinuando nulla riguardo al passo della F1-75, ma l’accusa vede protagonista la collaborazione tra il Cavallino e la Haas.

Come ben sappiamo, la compagine diretta da Gunther Steiner è da sempre molto vicina alla Ferrari, avendo anche un proprio stabilimento presente a Maranello. Quattro squadre, ovvero McLaren, Alpine, Mercedes ed Aston Martin hanno chiesto un intervento alla Federazione Internazionale, che prontamente ha fatto visita alla sede del team americano nella giornata di mercoledì.

Andreas Seidl, team principal della McLaren, ha dichiarato: “Crediamo che non importa quanti team ci siano in Formula 1, dovrebbero essere tutti progettisti delle proprie vetture. E questo significa che è impossibile scambiare informazioni tra i vari team. Le infrastrutture non dovrebbero essere condivise, in nessun caso, perché non appena due squadre iniziano a lavorare sotto lo stesso tetto, la condivisione delle informazioni è inevitabile. La FIA dice che è difficile controllare queste cose, quindi beh, bandiamolo perché non possiamo controllarlo“. Per approfondire la notizia leggi qui.

Valentino Rossi, Guido Meda è molto nervoso

Come ben sappiamo, la carriera di Valentino Rossi nella MotoGP è andata in archivio lo scorso anno, con l’ultima gara disputata il 14 novembre sul tracciato di Valencia. Il “Dottore” ha lasciato un vuoto non certo facile da colmare, ed ora gareggia con l’Audi nel Fanatech GT World Challenge.

Tuttavia, in molti invocavano il suo ritiro da tempo, e tutto ciò ha voluto replicare il commentatore di “SKY Sport MotoGP“, vale a dire Guido Meda: “Chi chiedeva da anni il suo ritiro? Non ho mai capito che cosa vuol dire questa cosa qui, sembrano cose che passano di bocca in bocca. Il primo magari l’ha detta e motivata, poi dopo s’è persa la motivazione e un buon numero di persone l’ha ripetuta“.

“Io dico questo, se uno si diverte e lui si divertiva, gli danno la moto e gliela davano, ti pagano per farlo, sei realizzato in quel modo lì e accetti il fatto che con l’invecchiamento o il deterioramento tecnico della moto arrivi secondo, terzo o quarto e sei felice così e rendi felice chi ti guarda, ma perché dovevi smettere prima? Uno smette quando non ci sono più le condizioni fuori di sé e dentro di sé“. Per approfondire la notizia leggi qui.