Marquez, questa Honda non gli basta: ecco quali sono le sue richieste

Marquez ad Austin poteva vincere, ma vuole miglioramenti dalla Honda: il messaggio del pilota è chiaro.

Certamente Marc Marquez e Honda hanno qualche rimpianto per com’è andato il Gran Premio delle Americhe. Un problema tecnico alla RC213V al momento del via ha compromesso la gara dello spagnolo.

Marc Marquez
Marc Marquez (Foto LaPresse)

Scattava dalla nona casella della griglia e poco dopo si è ritrovato ultimo, costretto a una rimonta che lo ha portato fino al sesto posto al traguardo. Per poco non ha conquistato la sesta posizione, ma negli ultimi giri non era al meglio fisicamente e non è riuscito a superare anche Francesco Bagnaia.

Probabilmente, senza il problema alla partenza, l’otto volte campione del mondo avrebbe potuto vincere in Texas. Aveva il passo per salire almeno sul podio, non ci sono dubbi. La pista di Austin gli è sempre stata amica e anche al rientro dopo due gare di assenza non ha smarrito il feeling dei tempi migliori. Tutti devono fare i conti con lui nel 2022.

MotoGP, Marquez vuole progressi dalla Honda: gli ingegneri sono avvisati

Marquez non ha ottenuto il massimo nel weekend negli Stati Uniti, però è consapevole della sua forza e sa che il team deve migliorare la RC213V per permettergli di battagliare con costanza per vincere: “Ho spinto ad Austin e lo farò anche a Portimao. Volevo rientrare in Texas perché c’è un circuito che conosco bene. Sapevo i punti deboli della nostra moto e vedremo che livello avremo in Europa. Non credo che ora abbiamo un livello per lottare per la vittoria in ogni gara”.

Il fenomeno di Cervera spiega di aver parlato chiaro in casa Honda per spingere la squadra ad apportare miglioramenti alla moto: “Ho messo pressione agli ingegneri. Ho detto che per vincere o almeno essere competitivo nelle prossime gare, bisogna impegnarsi di più in certe cose. Abbiamo dei punti deboli, serve migliorare per essere competitivo in tutti i circuiti”.

Marquez è consapevole che non troverà sempre tracciati favorevoli come Austin, pertanto ha chiesto al team di intervenire su quelli che sono i difetti della RC213V. Per lottare per il titolo MotoGP è fondamentale essere veloci su tutte le piste e in questo momento Marc non sente di avere una moto che gli possa permettere di stare davanti ovunque.