Volkswagen Golf GTi, tenta un sorpasso: si schianta, che botto

Brivido per il conducente di una Volkswagen Golf GTI. Si schianta dopo aver preso una curva a tutta velocità. L’esito è incredibile.

L’episodio ha avuto come protagonista una Golf GTI. Vettura compatta prodotta da Volkswagen a partire dal 1976 è apprezzata un po’ da tutti per la sua maneggevolezza. Di recente il marchio tedesco ha rilasciato sul mercato un modello più evoluto, sempre all’insegna della comodità e della sportività.

Logo Volkswagen (Ansa Foto)
Logo Volkswagen (Ansa Foto)

Tornando un po’ indietro negli anni, va detto che inizialmente la vettura venne prodotta soltanto in 5000 esemplari, ma visto il grade successo ottenuto, l’azienda decise di aumentare il volume. In Italia, ad esempio, ne sono state vendute 20.000. Globalmente invece sono stati superati i due milioni.

Alla luce del buon riscontro ottenuto dal modello classico, VW è passata alla creazione di uno sportivo.  Grazie al lavoro di Jürgen Adler, Gunther Kühl del Motorsport e Herbert Schuster è nata la GTi. Un bel bolide che, tuttavia, in quanto tale va saputo gestire.

Macchina dalle grandi prestazioni, si è messa in luce anche per l’affidabilità.

Come mettere alla prova la solidità di una Volkswagen Golf GTi

Come si sa quando si hanno tra le mani simili “bestie”, bisogna saperci fare, e usare un po’ di intelligenza, specialmente se ci si trova su una normale strada e non in pista.

In un video diventato virale sul web si vede come una sfida sia finita male. Il guidatore dell’auto sportiva ha tentato di effettuare un sorpasso e presa una curva ad alta velocità, non è più riuscito a riprendere il controllo andandosi a schiantare violentemente contro le barriere. La scarsa pratica di chi era al volante ha sicuramente influenzato l’esito del sinistro che, fortunatamente per lui, ha comportato solo danni al veicolo.

Se infatti i passeggeri sono usciti incolumi, non esattamente così è andata alla GTi, finita ko per quanto riguarda la parte posteriore. Nella fattispecie paraurti e portellone.

La morale è che certe manovre vanno lasciate solo ai professionisti. Sui percorsi di tutti i giorni, meglio la prudenza e un po’ di accortezza visto che non si è gli unici presenti e il rischio di mettere a rischio l’incolumità propria e degli altri è alta.