F1, Red Bull a rischio penalità? Ecco qual è la situazione di Verstappen

Il pilota della Red Bull Racing, Max Verstappen, è stato costretto a ritirarsi anche in Australia. Ora a Milton Keynes sono seriamente preoccupati per il prosieguo della stagione.

Due ritiri in tre gare hanno fatto scattare l’allarme in casa Red Bull Racing. E’ impossibile per Max Verstappen rimanere in scia di Charles Leclerc se è costretto ad alzare con una tale frequenza bandiera bianca. In classifica il ferrarista sta facendo il vuoto, grazie alla super affidabilità della F1-75 e alle performance del motore Superfast. Per la seconda volta in stagione Leclerc ha vinto la gara quando si è ritirato il campione del mondo.

Max Verstappen Red Bull Racing (Ansa Foto)
Max Verstappen Red Bull Racing (Ansa Foto)

A fine gara Max Verstappen è apparso molto scuro in volto. I problemi arabi sembravano essere risolti, ma dopo la vittoria illusoria sul tracciato cittadino di Jeddah, il ritiro di Melbourne ha rispedito in un incubo il pilota olandese. Tutto sembrava pronto per un nuovo testa a testa all’Albert Park, ma Max non è mai stato veramente in lotta con Leclerc. La Ferrari si è dimostrata di un’altra categoria e ad ogni ripartenza dopo una SC, Charles ha rifilato in media un mezzo secondo al giro al rivale della Red Bull Racing.

Max ha iniziato molto presto a soffrire di graining. Il primo Gran Premio sotto il sole, con temperature più alte, potrebbe aver svelato un altro aspetto negativo della vettura. Max, sempre attento nella gestione delle mescole della passata stagione, non ha potuto far altro che lamentarsi delle condizioni delle sue gomme degradate. Il suo ritmo non è mai stato alla pari di quello di Leclerc. A quel punto Verstappen ha provato a portare a casa la seconda posizione, ma un guaio tecnico ha stravolto i suoi piani.

Red Bull, problemi seri per Max Verstappen

Ai media Max ha dichiarato: “Sapevo già prima della gara che c’era un problema, quindi effettivamente c’era un punto interrogativo sul fatto che potessimo finirla. Ma questo tipo di cose, se si vuole lottare per il titolo, non possono accadere“. Un messaggio chiaro anche perché, nella graduatoria costruttori, la Ferrari è salita a quota 104 punti, davanti a Mercedes a 65 e Red Bull Racing a 55. Charles Leclerc, in classifica piloti, ha già raggiunto 71 punti, precedendo George Russell a 37 e Carlos Sainz a 33.

Max Verstappen è sprofondato in sesta posizione a 25 punti, alle spalle anche del suo teammate Sergio Perez e di Lewis Hamilton. Il figlio d’arte di Jos ha addirittura aggiunto che al momento non vuole pensare alla lotta per il campionato perché in RB sono indietro ed ora la cosa più importante è terminare le gare. Frustrato e deluso per l’inizio di stagione, il campione del mondo è consapevole che ora si fa dura.

Nel post gara Horner ha dichiarato: “E’ totalmente comprensibile la sua frustrazione. È stato un risultato davvero deludente non finire la gara. Non sappiamo ancora quale sia il problema, ma non credo che sia legato al motore. Penso che potrebbe essere un problema di carburante, ma abbiamo bisogno di recuperare la macchina e guardare cosa è successo esattamente. Finché non recuperiamo l’auto, non abbiamo i dati e le informazioni“.

Il problema è che anche lo Junior Team dell’AlphaTauri è andato in contro a gravi problemi sul piano dell’affidabilità. I guai tecnici sarebbero non connessi tra loro, ma è un altro allarme preoccupante. Max Verstappen è conscio della regola che impone che se un pilota sostituisce un pezzo del motore per la prima volta, subisce una sanzione di 10 posizioni in griglia. Dalla seconda volta in poi, le posizioni scendono a 5. Se, infine, si va incontro a infrazioni con oltre 15 posizioni di penalità, il pilota parte dal fondo dello schieramento.

L’olandese ha sentito l’odore di liquido e quando è sceso dalla vettura in panne ha subito chiesto ai commissari di spegnere il principio di incendio con gli estintori. Il rischio di incappare in pesanti penalità nelle prossime tappe è concreto perché potrebbero essere costretti a cambiare componenti tecnici e la stagione presenta ancora 20 Gran Premi.