Sainz frena l’entusiasmo Ferrari: la Red Bull fa paura in Australia

Tra Ferrari e Red Bull si preannuncia una gran battaglia in Australia e Carlos Sainz è ottimista. Lo spagnolo però non si fida dei rivali.

Il Gran Premio d’Australia sta per entrare nel vivo, e dopo il venerdì di prove libere c’è grande ottimismo in casa Ferrari. Carlos Sainz è stato il più veloce di tutti nella prima sessione di prove libere, ma Charles Leclerc ha risposto presente in quella pomeridiana precedendo la Red Bull di Max Verstappen ed il suo compagno di squadra.

F1 Carlos Sainz (ANSA)
F1 Carlos Sainz (ANSA)

Le due Rosse volano a Melbourne, nonostante le modifiche al tracciato che aiutano e non poco le caratteristiche della RB18. L’analisi dei tempi del venerdì, nei suoi settori principali, conferma quanto si era visto nei primi due appuntamenti di Sakhir e Jeddah. La Ferrari si esalta nei tratti più guidati, riuscendo ed essere la più competitiva soprattutto nell’ultimo tratto.

In quello centrale, Verstappen ha rifilato ben due decimi a Leclerc e Sainz, grazie alla grande efficienza aerodinamica che consente alla RB18 di toccare delle velocità massime inarrivabili per la concorrenza. Nel primo intermedio, Charles è più rapido di solo un decimo rispetto al campione del mondo, al quale ne rifila però quattro in quello finale.

In passato, negli anni delle sfide alla Mercedes, la Rossa faticava proprio nelle curve lente dell’ultimo settore, quello dove anche la Red Bull riusciva ad essere superiore alle Ferrari. In questo 2022 sembra essere cambiato tutto, con il team di Brackley condannato addirittura a lottare nelle parti centrali della classifica.

Adesso, la partita si sposta sul fronte del set-up. Nella serata di Melbourne, i piloti sono impegnati nei briefing con i loro tecnici, nel tentativo di trovare il bilanciamento migliore per le monoposto. La Red Bull ha già modificato il proprio assetto tra prima e seconda sessione di prove libere, andando alla ricerca di un maggior carico aerodinamico.

A seguito di questi cambiamenti, la situazione è decisamente migliorata, dal momento che sia Super Max che Sergio Perez si erano visti rifilare oltre mezzo secondo al mattino, con l’olandese che nel turno pomeridiano è arrivato a soli 245 millesimi da quell’1’18”978 che ha permesso a Leclerc di dettare il passo.

Sainz, la Red Bull favorita per la pole position

Al termine della giornata di prove libere, i piloti hanno raccontato le proprie sensazioni in merito al ritorno in pista all’Albert Park. I due della Mercedes sono stati i più delusi, mentre in casa Red Bull c’è la credenza che Ferrari sia in vantaggio. Carlos Sainz e Charles Leclerc hanno idee differenti, dal momento che lo spagnolo crede che i rivali di Milton Keynes abbiano qualcosa in più grazie alla maggior velocità in rettilineo.

Queste le sue parole a “SKY Sport F1“: “È stato un venerdì piuttosto interessante, perché c’erano molti elementi nuovi da tenere in considerazione rispetto all’ultima volta che abbiamo corso qui nel 2019. La pista è completamente diversa da come me la ricordavo. Devo dire che è decisamente più veloce e le modifiche l’hanno resa interessante“.

L’asfalto rinnovato mi ha trasmesso sensazioni del tutto diverse. Abbiamo bisogno di lavorare ancora sul comportamento delle gomme, ma nel complesso mi sento di dire che abbiamo una buona base di partenza per cominciare a preparare le qualifiche di domani, saranno molto complicate. Le Red Bull qui vanno fortissimo e sarà dura battagliare con loro, ma noi siamo qui per provarci“.

Sainz è apparso leggermente meno fiducioso rispetto a Leclerc, che ha detto chiaramente che la Ferrari è qui per vincere. Il leader del mondiale ha risposto alla grande al miglior tempo dello spagnolo nelle prime libere, quasi a voler ristabilire le gerarchie all’interno della Scuderia modenese. L’attesa ora è tutta per le qualifiche, che potrebbero confermarsi molto tirate come avvenuto nel corso dei primi due week-end stagionali.