Ferrari da record, John Elkann gongola: numeri impressionati

Il brand Ferrari vola sia sul piano sportivo che a livello di vendite. Il bilancio del 2021, pubblicato nelle scorse settimane, è strepitoso.

John Elkann ha scritto una lettera agli azionisti Exor, la holding della famiglia Agnelli, mostrando risultati finanziari eccellenti. La Ferrari ha chiuso un altro anno record, come evidenziato dal suo Presidente. Anche i successi in pista sono una conseguenza di un lavoro di programmazione iniziato tempo fa. Il marchio è solidissimo. I ricavi da sponsor, proventi commerciali e relativi al brand hanno raggiunto 431 milioni di euro, grazie al calendario di Formula 1 più favorevole e alle varie attività.

John Elkann (LaPresse)
John Elkann (LaPresse)

L’exploit di inizio 2022 con Leclerc e Sainz fa presagire un ulteriore crescita in tal senso. I risultati nel Motorsport hanno sempre avuto una ricaduta importante sul piano delle vendite. Se il buongiorno si vede dal mattina, l’azienda continuerà a produrre valore e bilanci record anche in futuro. I ricavi del 2020 si erano attestati sui 3,4 miliardi con un utile netto che toccava i 609 milioni. Tenetevi forte ora perché i risultati del 2021 sono pazzeschi.

Nel 2021 Ferrari, la nostra società di maggior valore, ha chiuso un anno record – ha esordito John Elkann – con ricavi netti di 4,3 miliardi di euro (+23,4%) e un Ebitda (margine operativo lordo che misura il valore di una società ndr) record di 1,5 miliardi di euro. Ferrari ha venduto 11.155 automobili nel 2021 e continua a offrire modelli straordinari posizionati al top nel settore lusso“.

La gamma Ferrari

Elkann ha ringraziato gli uomini che hanno reso possibile tale crescita, con un pensiero in particolare al nuovo amministratore delegato Ferrari, Benedetto Vigna. Quest’ultimo ha preso il posto del dimissionario Louis Camilleri. Vigna sta spingendo la Rossa verso nuove frontiere. C’è grande attesa per il primo SUV, o meglio FUV (Ferrari Utility Vehicle) della storia del Cavallino. Se il modello 4×4 Purosangue darà i medesimi risultati che la Urus ha garantito alla Lamborghini, potrebbe essere una svolta.

Nel corso dell’anno, Ferrari ha arricchito la sua gamma di prodotti con il lancio della 812 Competizione, con la sua aerodinamica rivoluzionaria; l’entusiasmante 296 GTB, che monta l’ultimo motore ibrido (un V6 turbo combinato con un motore elettrico) e l’affascinante Ferrari Daytona SP3, ultimo modello della serie limitata Icona. Infine, la società ha riaperto il suo ristorante Cavallino a Maranello, mantenendone intatto il fascino storico”, ha spiegato John Elkann nella lettera agli azionisti.

Dopo aver elogiato i piloti F1 della Scuderia Ferrari per aver cominciato bene la stagione 2022, il Presidente della Ferrari, inoltre, si è focalizzato anche sui risultati della Rossa nelle altre competizioni. “La stagione GT della Ferrari è stata la migliore della sua storia, grazie ai titoli Mondiali Piloti e Costruttori nel WEC e con la vittoria alla 24 Ore di Le Mans“. Il successo è arrivato nella categoria Lmgte Pro e nella categoria Am.

Nel 2023 la Ferrari farà ritorno anche nella categoria Lmh. Il Cavallino ha già iniziato lo sviluppo della nuova vettura Lmh. Il programma Le Mans Hypercar attirerà l’interesse di milioni di fan del Cavallino che sperano di vedere il bolide vincere nella classe maggiore del WEC. La Ferrari ha deciso di rilanciare il suo impegno sportivo in un campionato top del Motorsport con il sogno di trionfare nella 24 Ore di Le Mans. Grandi soddisfazioni il brand se l’è tolte anche nell’Esports Series con un nuovo e vasto seguito di appassionati della categoria.