MotoGP nel caos: il boss Carmelo Ezpeleta spiega cosa sta succedendo

Carmelo Ezpeleta, boss della MotoGP, ha descritto i problemi che stanno stravolgendo il programma del weekend del Motomondiale in Argentina.

A causa di alcuni problemi logistici la MotoGP ha annullato la giornata inaugurale di prove libere del venerdì. Alcune squadre, tra cui il team Gresini, il team VR46 e le Ducati ufficiali riceveranno le attrezzatture in ritardo e per questo motivo l’evento sarà compresso in soli due giorni. Ecco il nuovo programma. Il ritardo di alcuni voli con il carico ha costretto ad un cambio repentino della programmazione.

Carmelo Ezpeleta (Ansa Foto)
Carmelo Ezpeleta (Ansa Foto)

Tutto era stato organizzato per evitare ritardi, ma uno dei quattro aerei cargo in viaggio dall’ultima gara in Indonesia si è rotto durante il viaggio. Nonostante non si trattasse di un back to back, i problemi sono stati innumerevoli. I guai al motore dell’aereo cargo hanno frenato le possibilità di organizzare un weekend tradizionale con prove libere al venerdì. Gli imprevisti logistici, derivanti da un aereo cargo che si è rotto a Mombasa, in Kenya, sono forse una conseguenza di un calendario fitto che ha già messo a dura prova le squadre.

Al momento altri due voli, decollati da Londra e Parigi, stanno recuperando il carico dell’aereo cargo rotto. Ora c’è da attendere che si risolva il problema a Mombasa. In tal modo se non vi saranno ulteriori imprevisti, il carico dovrebbe giungere in tempo in Argentina per domani affinchè il programma preparato per sabato possa essere svolto senza altri affanni.

MotoGP, Carmelo Ezpeleta fa chiarezza

Il CEO di Dorna Sports ha dichiarato: “Avremo delle informazioni come sempre in anticipo se il volo partirà questo pomeriggio. Dovremmo essere a posto, abbiamo imparato tanto in questi trent’anni e la situazione con questi voli è sempre molto complicata e il problema è cresciuto a causa della guerra in Ucraina perché molti di questi voli con i carichi sono di compagnie russe e ora sono proibiti, quindi perdiamo quasi il 20% dei voli disponibili e uno dei problemi principali è che non ci sono abbastanza voli”.

Ezpeleta ha sottolineato che il problema non sono i weekend di tre giorni o due giorni, ma la situazione si è verificata a causa della scarsità dei voli disponibili. Con un numero inferiore di voli, diminuiscono anche i voli cargo. Non tutti sono disponibili per la MotoGP, ma nel corso della sua storia, la classe regina ha dovuto raramente affrontate una situazione di tale emergenza. Ezpeleta ha lasciato intendere che, esattamente come un problema atmosferico, va risolto con pazienza. E’ qualcosa che va accettato e gestito.

Dobbiamo riconsiderare le gare back to back, ma anche con una settimana di mezzo purtroppo non si può risolvere, questo sarà il GP numero 499 ed è la prima volta, grazie al cielo, che abbiamo questo problema e onestamente non è positivo, però si deve anche essere pronti ad accettare questo tipo di incidenti. Il nostro obiettivo principale oggi è disputare la gara in Argentina e continuare a fare le gare nelle prossime settimane”, ha concluso lo spagnolo.