Alfa Romeo Duetto in versione elettrica? Ecco come sarà (VIDEO)

L’Alfa Romeo starebbe pensando all’arrivo di una nuova gamma, nella quale potrebbe trovare spazio anche una Duetto elettrica.

In casa Alfa Romeo si guarda al futuro. Il marchio del Biscione ha da poco immesso sul mercato la Tonale, ma negli ultimi giorni vi avevamo parlato anche di una nuova versione della Stelvio, che diverrà disponibile sul mercato tra la fine del 2022 e l’inizio del 2023, con una grande novità per tutti coloro che ne vorranno acquistare una.

Alfa Romeo (AdobeStock)
Alfa Romeo (AdobeStock)

Per la prima volta nella sua storia, l’Alfa Romeo potrebbe integrare un powertrain ibrido ai motori endotermici, nell’attesa di una completa elettrificazione prevista entro il 2027. Nell’ultimo periodo si stanno diffondendo altre indiscrezioni, relative ad una nuova gamma che potrebbe entrare presto in produzione.

Il marchio con sede a Torino vorrebbe riportare in auge modelli come la 33, la Spider (Duetto) o la GTV. In particolare, la Duetto è rimasta nel cuore degli appassionati per le sue caratteristiche forme, che la resero un’icona negli anni Sessanta, Settanta ed Ottanta. La sua produzione prese il via nel 1966, terminando addirittura nel 1994, quasi tre decenni più tardi.

Alfa Romeo, in arrivo una Duetto elettrica

L’Alfa Romeo guarda con grande interesse ad un’elettrificazione della propria gamma, e la nuova versione della Duetto potrebbe essere una dei primi modelli ad abbracciare questa futuristica filosofia. Qualche tempo fa, un render della nuova Duetto era stato realizzato da Alessandro Capriotti, che la immaginava una sportiva ad alte prestazioni, dotata di una linea filante ed aggressiva.

Come dicevamo, l’obiettivo di Stellantis (gruppo di cui fa parte l’Alfa Romeo), è quello di elettrificare completamente la propria gamma dal 2027 in avanti. Quindi, la nuova Duetto potrebbe essere lanciata attorno a quella data, per cui gli appassionati dovranno attendere circa cinque anni prima di portarsene una a casa.

Tornando alla Duetto versione “storica”, come vi abbiamo anticipato fu un successo planetario. La produzione partì con la prima serie del 1966, con il design affidato a Pininfarina che la rese una delle vetture più belle ed affascinanti di sempre. Il grande clamore attorno a questa vettura lo si deve alla geniale campagna di marketing progettata per il suo lancio.

I vertici dell’Alfa crearono eventi pubblici anche al di fuori del contesto motoristico. Dopo il debutto mondiale al grande salone di Ginevra, cui la stampa dedicò ampio spazio, la vettura venne presentata in varie occasioni e accostata a personaggi della politica e dell’imprenditoria, ma anche dello spettacolo come il famoso comico Gino Bramieri. Fu anche indetta una settimana di prove sulle strade del lago di Garda, riservate ai giornalisti.