F1, arriva la rassicurazione di Marko: Verstappen lancia la sfida alle Ferrari

Il campione del mondo olandese, Max Verstappen, ha concluso il primo Gran Premio della stagione a zero punti. Un ritiro che grida vendetta.

Nel weekend andrà in scena il secondo round del campionato F1 2022. Charles Leclerc ha stappato il primo champagne della stagione, comodamente dal primo gradino del podio. Max Verstappen ha osservato il monegasco, Carlos Sainz e Lewis Hamilton dal suo box, per un guaio tecnico improvviso che lo ha estromesso, a tre giri dalla fine, dalla lotta al vertice per un vuoto nel sistema di alimentazione del carburante. Stessa sorte ha patito Sergio Perez all’ultima tornata del Gran Premio.

Max Verstappen (Ansa Foto)
Max Verstappen (Ansa Foto)

La stagione è iniziata in salita per il campione del mondo. Max Verstappen ha provato a fare la differenza con un ottimo scatto al via, ma Charles Leclerc ha chiuso ogni spiraglio. Nel corso della gara Max ha effettuato tre soste nel tentativo di anticipare le mosse strategiche della Rossa. I due piloti si sono dati battaglia, superandosi ripetutamente dal quindicesimo giro. Max è riuscito, grazie al DRS, sul lungo rettilineo a prendere la scia e sopravanzare in curva 1 il monegasco, per poi subire il controsorpasso nelle curve successive.

Il motore Superfast della F1-75 è sembrato sensazionale rispetto alla concorrenza. A beneficiare del passo in avanti sono stati anche i team motorizzati Ferrari, Haas e Alfa Romeo. La famiglia Red Bull si è dovuta leccare le ferite per una serie di problemi che hanno scalfito le certezze del team motorizzato Honda. Il primo colpo di scena è arrivato con l’incendio dell’AlphaTauri di Pierre Gasly che ha ricompattato il gruppo dopo l’uscita della Safety Car.

Max Verstappen ha una speranza in più

L’olandese ha iniziato ad accusare problemi allo sterzo in entrambe le direzioni, ma nonostante tutto era riuscito a difendersi dagli attacchi di Sainz. Il vuoto nel sistema di alimentazione del carburante ha causato l’esaurimento del motore, compromettendo il primo risultato in stagione. Ad approfittarne è stato anche Hamilton che ha colto una isperata medaglia di bronzo nelle ultime concitate fasi di gara. Max Verstappen avrebbe meritato la seconda posizione, ma può stare sereno per un motivo.

I tecnici della Red Bull Racing hanno assicurato che potranno risolvere il problema tecnico già in Arabia Saudita. Il campione vuole rispondere immediatamente al successo della Ferrari. La RB18 appare la vera antagonista della F1-75. Nel finale del Bahrain la contesa appariva riaperta tra i due giovani rivali. Max Verstappen sembrava, dopo Abu Dhabi 2021, di nuovo essere stato baciato dalla fortuna a pochi chilometri dalla conclusione della gara.

L’uscita della Safety Car stavolta ha rappresentato l’inizio della fine per il figlio d’arte di Jos.
Smaltita la delusione per il primo ritiro stagionale, Max è stato rassicurato dal consulente della Red Bull Racing. Helmut Marko, ai microfoni di F1-insider.com, ha dichiarato: “In linea di principio eravamo abbastanza veloci. Semplicemente non siamo riusciti a raggiungere il nostro potenziale nel momento decisivo. In Arabia Saudita torneremo a tutta velocità e lotteremo per la vittoria“. Dichiarazioni che sono musica per le orecchie del campione che sul rapido tracciato di Jeddah potrà fare affidamento su tutta la cavalleria del motore Honda. I tre ritiri del Bahrain in casa RB sono un campanello d’allarme, ma quest’ultimo potrebbe rientrare con un successo in Arabia Saudita.