Pol Espargarò, la condizione per il rinnovo: ecco cosa vuole la Honda

Pol Espargarò galvanizzato dal podio ottenuto nel GP in Qatar: ha fiducia per questa stagione con la Honda.

Ha battuto Marc Marquez nella prima gara del 2022 a Losail, arrivando terzo al traguardo, e Pol Espargarò punta a fare un campionato di alto livello. L’inizio è stato sicuramente promettente.

Pol Espargaro
Pol Espargarò (Ansa Foto)

L’ex pilota KTM si trova a suo agio con la nuova RC213V, una moto con la quale riesce a esprimere molto meglio il suo potenziale rispetto alla versione 2021. Lo scorso anno ha faticato tantissimo, adesso invece può dimostrare quanto vale.

La Honda ha fatto un grande lavoro per mettere a disposizione dei piloti un prototipo che fosse più facile da guidare. Il fratello di Aleix si è subito adattato bene e ora spera di poter lottare sempre per le migliori posizioni nel resto della stagione. Anche perché deve guadagnarsi il rinnovo del contratto in scadenza a fine 2022.

MotoGP, Pol Espargarò punta in alto con la Honda.

Espargarò ha concesso un’interessante intervista a Marca e gli è stato domandato innanzitutto se questo è l’anno in cui si sente più vicino a poter conquistare il titolo: “Potrebbe essere. Non ho mai avuto un pre-campionato così positivo e strumenti buoni come quelli di oggi. Inoltre non ho mai avuto la maturità che ho adesso. Sono nel momento migliore della mia carriera, vedremo se sarà l’anno giusto”.

Pol è molto contento di come la Honda ha accontentato le richieste che ha fatto nel 2021 e ora vuole guadagnarsi il rinnovo. A proposito di quest’ultimo tema, commenta le voci sul fatto che HRC stesse parlando con altri piloti: “Fa parte del business, bisogna mantenere la calma e credere in te stesso. Io e Honda siamo contenti, abbiamo lavorato duramente. Questo è ciò che conta e che andrà valutato. Sono consapevole che se i risultati non arrivano… So che Honda deve lottare per vincere e che se non lo faccio vorranno un sostituto”.

Il rider spagnolo è consapevole di dover portare risultati importanti al team per meritarsi il prolungamento contrattuale. Ha fiducia di riuscirci e anche le parole di Alberto Puig lo fanno essere ottimista. Sono lontani i tempi in cui gli veniva domandato se si fosse pentito di aver lasciato la KTM: “Pentirsi è una perdita di tempo – afferma – e sono concentrato al 100% sul progetto di quest’anno”.

Espargarò in questo weekend è chiamato a confermarsi nel Gran Premio di Indonesia. Al Mandalika International Street Circuit è stato svolto un test nella fase pre-campionato e dunque parte con una base per poter fare bene.