Ferrari, Verstappen già trema? La Rossa è davanti

La Ferrari spaventa notevolmente Max Verstappen, che in un meeting con la stampa ha sottolineato il potenziale della Rossa.

I test di Sakhir sono in corso, con la Ferrari che sembra davvero essere in una posizione di forte attacco. La F1-75 si è distinta per delle ottime soluzioni, che l’hanno resa una tra le più originali presenti in griglia. Il Cavallino ha il chiaro obiettivo di tornare alla vittoria e di sognare di lottare per il titolo, che manca ormai dal biennio 2007-2008.

Ferrari F1-75 (LaPresse)
Ferrari F1-75 (LaPresse)

La Rossa si è giocata un vero e proprio all-in per il 2022, anno del ritorno delle monoposto ad effetto suolo. Charles Leclerc e Carlos Sainz hanno totalizzato ben 439 passaggi in quel di Barcellona, l’equivalente di oltre 2000 chilometri in soli tre giorni. La Ferrari vuole ripetersi anche in Bahrain, con il monegasco che ha piazzato il miglior tempo in mattinata.

L’entourage di tecnici che Mattia Binotto ha a disposizione ha portato anche un fondo ulteriormente rivisto con l’obiettivo di limitare il porpoising, di cui la nuova Mercedes sembra soffrire enormemente. Il Cavallino non ha portato grandi aggiornamenti, con l’obiettivo di capire al meglio la vettura.

Il team principal ha parlato in conferenza stampa, specificando il tipo di lavoro che sta svolgendo la Scuderia modenese: “Stiamo lavorando passo dopo passo, le forme della Mercedes ci hanno impressionato e di certo non abbiamo portato un quantitativo di novità simile al loro. Quando le regole cambiano così tanto è importante tirare fuori tutto il potenziale da ciò che hai imparando la macchina, ed è ciò che stiamo facendo noi“.

Ferrari, Max Verstappen esalta la rossa

La Ferrari sembra esser messa molto bene, anche se dal punto di vista prestazionale è ancora presto per fare delle valutazioni. Nelle immagini televisive abbiano notato che tutte le vetture sembrano molto difficili da guidare, specialmente nel tratto misto. Al momento, è proprio in quella zona che si evidenzia una grande differenza con i modelli 2021, che risultavano di 6-7 secondi più rapidi di quelle ad effetto suolo.

Sulla bontà della F1-75 si è espresso anche Max Verstappen, che alla stampa ha dichiarato: “La Ferrari va fortissimo, e lo si vede in tutte le condizioni. Stiamo vedendo ciò che fanno sia nei run più lunghi che in quelli brevi e devo dire che sono messi molto bene. Dal canto nostro, ci auguriamo di raggiungerli e di giocarcela con loro nelle qualifiche di sabato prossimo“.

Come sappiamo, nella F1 odierna la pre-tattica l’ha sempre fatta da padrone, ma le parole del campione del mondo possono far ben sperare i tifosi del Cavallino. La sensazione è che la F1-75 sia già “a posto”, nel senso che essendo un progetto su cui si lavora da tantissimo tempo ha già raggiunto un buon bilanciamento.

L’incognita è rappresentata dalla Mercedes, presentatasi in Bahrain con una monoposto rivoluzionaria. La freccia d’argento ha incontrato qualche problema di surriscaldamento e di porpoising sul rettilineo, ma va detto che i problemi di gioventù sono normali in questo periodo. Nei prossimi giorni, le squadre potrebbero aumentare il ritmo per iniziare a scoprire le carte in tavola e fare sul serio.