F1, ecco il grande favorito per sostituire Mazepin alla Haas: è un veterano

C’è un ballottaggio per accaparrarsi l’ultimo posto disponibile in F1 dopo il licenziamento di Nikita Mazepin. Ecco chi può sperare.

La F1 tornerà in pista tra poche ore per l’ultima tornata di test invernali a Sakhir. Dalle ore 8 di domani mattina l’azione ed il rombo dei motori torneranno a farsi sentire, con gli appassionati che stavolta potranno seguire in diretta televisiva le sessioni dopo l’oscuramento di quelle disputate a Barcellona.

F1 Haas (LaPresse)
F1 Haas (LaPresse)

In casa Haas il pre-campionato è stato terribile, dopo una stagione in cui non sono arrivati punti a causa di una monoposto mai competitiva. Il team statunitense ha puntato tutto sulle vetture ad effetto suolo per tornare ad attaccare la zona punti, ma le prestazioni sono state l’ultimo problema preso in esame in quel di Barcellona.

Durante le giornate di prove sul tracciano catalano, le truppe russe, sotto il comando di Vladimir Putin, hanno invaso l’Ucraina dando il via ad una sanguinosa guerra che sta sconvolgendo l’ordine mondiale. Come era facile immaginare, anche la F1 ne ha risentito, con il Gran Premio di Russia che è stato immediatamente cancellato.

Le problematiche più grandi hanno riguardato il team Haas, che corre con licenza statunitense ma legata ad Uralkali, un’azienda russa produttrice ed esportatrice di potassio, che ha in Dmitry Mazepin uno dei suoi uomini di punta. Ovviamente, stiamo parlando di Nikita, pilota ufficiale della squadra e compagno di team di Mick Schumacher.

A Barcellona, Mazepin è stato escluso dalle conferenze stampa, e nell’ultima giornata di test la VF-22 è andata in pista con livrea totalmente bianca, essendo stato rimosso lo sponsor e la bandiera russa. Nei giorni successivi alle prove catalane, il posto del pilota è apparso molto a rischio, sino al licenziamento ufficiale reso noto sabato scorso.

Oltre alla fine dei rapporti con il pilota, la Haas ha annunciato anche la separazione da Uralkali, che lascia la compagine diretta da Gunther Steiner priva di sponsor. Com’è noto, la Haas non sta passando un periodo stabile dal punto di vista economico, e ci sono seri rischi per il futuro del team nel caso in cui non dovessero arrivare altri introiti.

Inizialmente, il grande favorito per sostituire Mazepin sembrava Pietro Fittipaldi, ma negli ultimi giorni le sue quotazioni si sono abbassate notevolmente. Il brasiliano girerà nei test in Bahrain, anche se sarà costretto a saltare la prima giornata per una grottesca difficoltà logistica. I cargo della Haas sono arrivati in ritardo a Sakhir, costringendo il team ad iniziare più tardi degli avversari l’assemblaggio della monoposto.

F1, Hulkenberg favorito su Magnussen per la Haas

I tifosi italiani speravano di rivedere Antonio Giovinazzi in F1, ma per il nostro pilota pugliese le speranze sembrano ormai ridotte al lumicino. Come detto, anche Pietro Fittipaldi sembra fuori dai giochi, come aveva fatto capire anche Gene Haas pochi giorni fa: “Fittipaldi è ovviamente un’opzione, ma non disdegneremmo un driver con più esperienza. Vedremo quali piloti saranno a disposizione“.

La decisione dovrebbe arrivare proprio nella giornata odierna, e secondo Il tabloid danese “Ekstra Bladet“, ci sarebbe in corsa anche Kevin Magnussen. Il figlio del grande pilota endurance Jan, ha già corso in F1 dal 2014 al 2020, terminando la propria carriera con la Haas due anni fa dopo quattro anni di partnership con il team statunitense.

Tuttavia, il favorito numero 1 è Nico Hulkenberg, che da anni ormai non ha più un sedile come pilota ufficiale e che non disputa un Gran Premio dall’ottobre del 2020, quando salì a bordo della Racing Point per rimpiazzare Lance Stroll, risultato positivo al Covid-19. Il tedesco vanta una notevole esperienza ed un gran bel talento, anche se non è mai riusciuto a chiudere sul podio nonostante un debutto avvenuto nel lontano 2010.

In quella stagione, Hulkenberg fece segnare una strepitosa pole position in Brasile, sotto il diluvio, nonostante una Williams davvero poco competitiva. Successivamente, le esperienze in Force India e Sauber non gli hanno mai permesso di competere per le prime posizioni, compresi anche gli ultimi tre anni trascorsi in Renault.

Alla fine del 2019, il team di Enstone ha deciso di rimpiazzarlo con Esteban Ocon, ed oggi, Nico, occupa il posto di terzo pilota in Aston Martin. Rivederlo nel Circus sarebbe un’ottima notizia per i tifosi, anche se c’è rammarico per Giovinazzi che dovrà invece rinunciare alle proprie pretese.