MotoGP Qatar, libere 3: Suzuki comanda, Quartararo in crisi

La terza sessione di prove libere della MotoGP a Losail si è chiusa nel segno di Alex Rins con la Suzuki, davanti a Marc Marquez e al compagno di squadra Mir.

I centauri della MotoGP hanno appena concluso la terza sessione di prove libere sul tracciato di Losail. I piloti hanno provato a dare il massimo per migliorare i tempi di ieri. La stagione è ricominciata con tante incognite, senza un padrone super favorito. Tanti team sono migliorati per rimescolare le carte, rendendo il campionato 2022 della classe regina più imprevedibile che mai. Si tratta di una sfida totale con tanti talenti pronti a brillare sotto le stelle del Qatar.

Suzuki (Twitter)
Suzuki (Twitter)

La Suzuki è sembrata molto progredita con Rins e Mir sugli scudi nelle prime prove libere e si è confermata forte anche nelle terze libere. La Ducati è sembrata in affanno in questo start stagionale con Pecco Bagnaia che non è riuscito a trovare subito il feeling migliore. Sia in frenata che in inserimento curva, la Rossa ha palesato dei limiti rispetto agli avversari. La Honda è diventata una moto versatile e in grado di fare la differenza, non solo con Marc Marquez. La RC213V è rivoluzionata rispetto a quella dello scorso anno, quindi potrebbe anche risultare altalenante da pista a pista.

I tempi combinati delle tre sessioni di libere determinano la partecipazione alle qualifiche finali. I dieci piloti che trovate nella classifica dei tempi in basso sono qualificati direttamente alla QP2. Tutti gli altri, tra cui il campione del mondo Quartararo, si giocheranno gli ultimi due posti nelle QP2 per provare a centrare l’ingresso nelle QP1.

MotoGP, Jorge Martin il primo ducatista

Se Suzuki e Honda hanno macinato giri veloci, anche su condizioni di pista non ideali. La velocità di punta è ottima e le novità tecniche sembrano fare la differenza. Il primo dei ducatisti è risultato Jorge Martin del team Pramac. Bene anche Enea Bastiani sul team Gresini La Desmosedici, solitamente, ha sempre fatto molto bene sul tracciato di Losail, ma ci si attendeva di più dai piloti ufficiali della Rossa di Borgo Panigale.

La Ducati ha chiuso la scorsa stagione, rubando la scena con Pecco Bagnaia. Quest’ultimo aveva vinto quattro delle ultime sei gare del 2021. Per ora sia il torinese che Jack Miller si stanno sforzando non poco per stare tra i primi. Vedremo nelle qualifiche. La Yamaha va a fasi alterne, ma Franco Morbidelli sembra in piena forma fisica e questa è una grande notizia per i colori italiani e la casa di Iwata. Più in sofferenza, invece, il campione del mondo Fabio Quartararo.

Aleix Espargaró sull’Aprilia ha messo in mostra i passi in avanti della casa di Noale. Dopo gli ottimi test prestagionali, il team è sembrato concentrato per schiodarsi dalle ultime posizioni. L’obiettivo dell’Aprilia potrebbe essere vincere la prima gara nella classe regina, sfruttando qualche passaggio a vuoto dei top team. Maverick Vinales e Aleix Espargaró sono apparsi pronti a lottare nel 2022 per le posizioni nobili della classifica. La KTM per ora non ha messo giù il potenziale.

Alex Rins si è confermato al top con 1:53.432, davanti a Marc Marquez e il teammate Joan Mir. Quarto Jorge Martin, davanti a Bastianini e a Pol Espargarò. Franco Morbidelli, settimo tempo, ha preceduto i due ducatisti. Chiude la top 10 Aleix Espargaró. Fuori Fabio Quartararo che ha chiuso undicesimo. Occhi puntati sulle qualifiche che inizieranno alle ore 16. I piloti che non entreranno nelle prime posizioni della QP1 prenderanno posizione dalla 13ª piazza in poi secondo il proprio tempo in QP1.

MotoGP FP3 Qatar (Twitter)
MotoGP FP3 Qatar (Twitter)