MotoGP, Marc Marquez punta tutto su Bagnaia: è il suo riferimento

Il pilota della Honda, Marc Marquez, ha ottenuto la terza posizione in griglia. La Honda va forte e lo spagnolo sta imparando a gestire la nuova RC213V.

Marc Marquez sembra rinato sulla nuova Honda. Già nei test malesiani e indonesiani MM93 aveva dimostrato di essere tornato in forma dopo i problemi di salute. Il guaio della visione doppia è ormai un vecchio ricordo. La caduta sulla moto da cross in Spagna, dopo la vittoria a Misano, aveva fatto temere il peggio. Il catalano è tornato in sella alla Honda dopo un inverno trascorso in totale relax, in attesa di avere l’ok dei medici.

Marc Marquez (Ansa Foto)
Marc Marquez (Ansa Foto)

Rispetto ad oggi, il 2021 era già cominciato in salita per il Cabroncito. Il problema alla spalla destra causato dalla caduta a Jerez de la Frontera nelle prove libere del 2020 gli fece saltare l’intero campionato. L’otto volte campione del mondo saltò anche le prime due corse della scorsa annata, compromettendo già le chance di vincere il titolo. Lo spagnolo ha vinto tre gare nel 2021, al Sachsenring, Austin e Misano. Dopo la vittoria sul tracciato intitolato a Marco Simoncelli dello scorso 24 ottobre 2021, per il centauro della Honda sembrava tornato il sereno.

L’infortunio sulla moto da cross aveva fatto temere i vertici del team, a tal punto da non comunicare subito il guaio della visione doppia. Il catalano aveva già sofferto del medesimo problema ai tempi del primo campionato in Moto2, dieci anni fa. Ora Marc è tornato ai massimi livelli e vuole puntare a conquistare il nono titolo mondiale, pareggiando i conti con Valentino Rossi.

MotoGP, Marc Marquez alla riscossa

Marc Marquez sta spingendo al massimo per ritrovare la piena forma fisica. Sulla nuova Honda ha cambiato approccio, come spiegato anche ai microfoni di Sky: “Sono contento della prima fila. Abbiamo cercato il giro. Il riferimento era Pecco Bagnaia e questo ha aiutato. In questo circuito faccio sempre tanta fatica, ma comunque il passo era buono così con gomma usata, è più importante domani”.

La Honda di MM93 è stata preceduta solo dalla Ducati di Jorge Martin in pole e quella di Enea Bastianini del team Gresini. Lo spagnolo ha commentato: “Ho iniziato a scivolare un po’ all’inserimento che è una cosa che mi piace per il mio stile di guida, ma specialmente qui in Qatar non si può guidare molto così“. Per Marc Marquez un podio sarebbe come una vittoria.

Si devono gestire tante cose ma è difficile capire. La Suzuki ha fatto paura per tutto il weekend dopo la FP4 e le qualifiche hanno fatto più fatica. E’ difficile capirlo bene, ma vediamo e cerchiamo di dare il 100%. Siamo alla prima gara, si deve spingere. 25 punti sono in palio domani così come a Valencia. Proviamo a fare una bella gara ma non siamo i più veloci“. Tutto è cambiato poi anche a causa del vento e già nel pomeriggio le carte si sono mescolate. Lo spagnolo è contento del risultato e per lui sarà importante il passo e la tenuta fisica alla distanza.