Quartararo sa chi temere nel 2022: il pilota Yamaha indica 5 rivali

Quartararo è carico per l’inizio del Mondiale MotoGP 2022: vuole confermarsi campione e darà tutto per riuscirci.

Chi ha vinto l’ultimo titolo è inevitabilmente ritenuto il favorito per il nuovo campionato MotoGP, però Fabio Quartararo non si sente nella condizione che sperava. Le sue dichiarazioni nei test invernali hanno fatto decisamente rumore.

Fabio Quartararo
Fabio Quartararo (Ansa Foto)

Il francese aveva chiesto alla Yamaha di fare dei miglioramenti per quanto concerne il motore, ma la M1 che ha guidato in Malesia e Indonesia non ha evidenziato i progressi che desiderava. La velocità in rettilineo è rimasta praticamente la stessa.

Il pilota non ha nascosto la sua insoddisfazione, anche perché il suo futuro dipende pure dalla capacità della casa di Iwata di andare incontro alle sue richieste. Ha un contratto in scadenza a fine 2022 e per sua stessa ammissione i giochi sono aperti. La permanenza nell’attuale team è fortemente in bilico.

MotoGP, Quartararo motivato per il campionato 2022

Quartararo ha concesso un’intervista a Sky Sport e ha risposto a un po’ di domande. Innanzitutto ha detto cosa gli viene in mente dicendo 2022: “Lottare per il campionato“. Successivamente ha indicato il suo punto di forza: “La mentalità“. E anche quello debole: “Spero niente, ma al momento credo la pioggia“.

Quando gli è stato chiesto quali siano i suoi principali avversari da battere, non ha esitato a indicarli: “Bagnaia, Marquez, Mir, Morbidelli e Martin“. Aver vinto il mondiale 2021 gli ha insegnato inevitabilmente qualcosa: “A credere più in me e ho appreso come guidare la Yamaha al limite“.

Quartararo ha detto chiaramente cosa ha domandato ai tecnici Yamaha per il 2022: “Più velocità e una moto per vincere“. Sul futuro conferma che non c’è nulla di scritto ancora: “Per il momento non c’è niente“. La casa di Iwata dovrà impegnarsi molto per ottenere la sua firma sul rinnovo del contratto. Serviranno garanzie soprattutto tecniche, oltre che economiche.

In quali piste vorrebbe vincere Fabio nel campionato 2022? Ecco la risposta: “Qatar, Mugello, Assen, Phillip Island… Ma se ne devo dire una sola, dico Le Mans“. Nella scorsa stagione ha vinto cinque gran premi e ottenuto altri cinque podi, ovviamente spera di poter fare meglio ma allo stesso tempo è consapevole che quest’anno potrebbe essere ancora più complicato.

Gli avversari saranno più forti, a partire da Francesco Bagnaia. Il piemontese è cresciuto tanto e sembra pronto a giocarsela con una Ducati a sua volta pronta per vincere quel titolo MotoGP conquistato solo nel 2007 con Casey Stoner. Ci sono anche altri piloti ducatisti da tenere d’occhio, però non si può non menzionare Marc Marquez con la Honda. Il fenomeno di Cervera punta a tornare sul trono MotoGP.