Valentino Rossi, arriva la dedica dell’ex collega: parole incredibili

Il ritiro di Valentino Rossi è un duro colpo per la MotoGP, che si appresta ad iniziare la prima stagione dopo il suo ritiro.

Domenica 6 marzo scatterà in Qatar la stagione della MotoGP targata 2022, la prima che segue il ritiro di Valentino Rossi. Il “Dottore” ha detto basta dopo oltre un quarto di secolo di onorato servizio, lasciando un grande vuoto all’interno del Circus del Motomondiale.

Valentino Rossi (ANSA)
Valentino Rossi (ANSA)

Sul suo addio, si è espresso Carmelo Ezpeleta, boss della Dorna, ha detto recentemente: “Valentino è stato fondamentale per noi per tutti questi anni, ed ha portato nel nostro mondo persone che prima non erano mai state interessate, ma penso che queste persone, o la maggior parte di loro, non siano ancora interessate alla MotoGP. Non possiamo farci niente“.

Anche lo stesso Valentino Rossi, qualche tempo fa, aveva parlato a Guido Meda del suo più grande successo: “Non è il fatto di aver vinto tutti quei modelli a rendermi più felice, ma l’essere riuscito ad avvicinare a questo sport tante persone. Prima era riservato ad una nicchia di appassionati, ora tantissima gente si raduna la domenica per seguire le gare“.

Il pilota di Tavullia continuerà comunque a gareggiare e lo farà con un’Audi R8 LMS gestita dal Team WRT, squadra belga che ha da sempre un gran rapporto con la casa dei quattro anelli. La compagine gestita da Vincent Wosse viene da una stagione strepitosa, in cui ha vinto la 24 ore di Le Mans in classe LMP2 con un’Oreca 07 Gibson, per poi imporsi, con la stessa auto, sia nel mondiale endurance che nell’European Le Mans Series.

Le premesse sono eccellenti per il nove volte campione del mondo del Motomondiale, che ha trovato l’accordo con un team di vertice. La sua speranza è quella di arrivare a Le Mans nel 2023, forse proprio con un’Audi dopo che l’accordo con la Ferrari è saltato. Le sue prestazioni in questa stagione ci diranno se sarà all’altezza della maratona francese.

Valentino Rossi, arriva l’omaggio di Stefan Bradl

La leggenda di Valentino Rossi non si allontanerà del tutto dal paddock della MotoGP: tramite il suo VR46 Racing Team sponsorizzato dalla Mooney, seguirà le gare dei suoi piloti, che nel 2022 saranno l’esordiente Marco Bezzecchi ed il fratellino Luca Marini, i quali saliranno in sella alla Ducati.

Marini si è fatto notare nei test di Mandalika, siglando la miglior prestazione nella seconda giornata. La possibilità di avere a disposizione una Desmosedici evoluta fa ben sperare la coppia italiana, che domenica prossima andrà all’assalto di un piazzamento tra i primi dieci in Qatar.

Su Valentino Rossi si è espresso Stefan Bradl, ospite del programma “Sport & Talk” su ServusTV: “Sono successe molte cose nel corso dell’inverno e non vediamo l’ora che inizi la nuova stagione. Ci sarà molta azione in pista. La leggenda di Valentino ha plasmato la MotoGP. Sono curioso di sapere cosa farà quando tornerà nel paddock. È anche qualcosa di speciale vederlo non nelle vesti di pilota ma di manager del suo team“.

Marco Bezzecchi è un esordiente, Luca Marini ha già avuto modo di gareggiare in top class lo scorso anno. La battaglia sarà molto accesa, mi aspetto un grande equilibrio tra le forze in campo. Per quanto mi riguarda a livello di guida, nel 2022 sono previste due wildcard, a Jerez e a Misano, ma ovviamente mi auguro che non ci siano infortuni“.

Nel frattempo, il #46 giallo più famoso del mondo attende con ansia la nascita di sua figlia. Il nove volte campione del mondo e la compagna Francesca Sofia Novello hanno annunciato nel corso della scorsa estate la gravidanza, ed il lieto evento è atteso per la primavera. Al grande giorno manca ormai veramente poco.