MotoGP, come cambia la vita nel paddock: drastica decisione della Dorna

Dopo l’emergenza Covid-19 Dorna ha preso una decisione ferrea all’interno del paddock MotoGP: come cambia lo spazio tra i box.

L’emergenza Covid ha costretto Dorna ad allestire la bolla sanitaria, riducendo il numero dei permessi di entrata nel paddock persino ai team e ai giornalisti. Basti pensare che fino la campionato del mondo 2019 venivano distribuiti fino a 7.000 ingressi per ogni evento. Nel 2022 il numero sarà limitato a 3000 ingressi, nonostante la pandemia sia in una fase di discesa (almeno fino al prossimo autunno).

Paddock MotoGP (foto LaPresse)
Paddock MotoGP (foto LaPresse)

Già nelle scorse settimane il CEO della Dorna Carmelo Ezpeleta aveva preannunciato che la situazione nel paddock sarebbe cambiata a prescindere dal numero dei contagi nel mondo. Lo spazio tra i box e i motorhome stava diventando troppo frenetico, oltre la metà delle presenze era formata da fan e curiosi che ottenevano i pass attraverso gli amici, e sottolineando come il paddock sia un po’ come lo spogliatoio nel calcio. Da qui la decisione di cambiare rotta.

Il nuovo volto del paddock MotoGP

Dal 2022 ci saranno ben 21 GP, salvo casi di emergenza, ma la grande campagna di vaccinazione sta permettendo di aprire buoni spiragli per la prossima stagione. Si può ipotizzare che quando il Mondiale sbarcherà in Europa, il 18 aprile a Portimao, verranno aboliti anche i test PCR obbligatori per l’accesso al paddock. Dopo il 31 marzo previsti allentamenti anche per l’Italia, che dichiarerà la fine dello stato d’emergenza su scala nazionale, ed entro la primavera potrebbe venire meno l’obbligo delle mascherine ai box, anche se tutto dipenderà dalle decisioni delle autorità locali.

Ma prima dello scoppio della pandemia Dorna permetteva l’accesso al paddock a circa 7.000 persone, di cui due terzi erano curiosi che spesso intralciavano gli addetti ai lavori che dovevano spostarsi. “Non vogliamo tornare al numero del 2019 perché non aggiunge valore allo sport”, ha ammesso un alto funzionario a Speedweek.com. Di conseguenza tutte le squadre riceveranno meno pass per gli ospiti, gli sponsor e per i partner.

Dorna ha in programma una drastica riduzione dei “Race by Race Media Pass” per il 2022, ovvero un numero inferiore di giornalisti che parteciperanno a singoli eventi in calendario. “Vogliamo mettere la qualità prima della quantità nei media”, è l’intenzione dell’ufficio comunicazione di Dorna. Carmelo Ezpeleta è stata alquanto categorico in merito: “Presumo che nel 2022 e negli anni successivi vedremo un massimo di 3000 ingressi nel paddock per ogni Gran Premio”.