Mario Andretti elogia Verstappen: sta per cominciare un nuovo ciclo in F1?

In una intervista, l’ex campione del mondo Andretti parla di Verstappen e dei benefici dell’aver conquistato il titolo nel 2021.

Max Verstappen (LaPresse)
Max Verstappen (LaPresse)

Dopo una stagione fantastica, Max Verstappen ha coronato il suo sogno di diventare campione del mondo. E lo ha fatto contro una leggenda della F1 come Lewis Hamilton, battendo sul campo dopo mesi di battaglie serrate. E ora, dopo aver raggiunto questo traguardo, può solo che migliorare. Parola di un altro campione, stavolta del passato, come Mario Andretti.

Verstappen “il rilassato” secondo Andretti

Secondo l’italo-americano, l’olandese nel 2022 darà ancor di più spettacolo. Perché la pressione per raggiungere il primo titolo è svanita. E ora sarà sì dura riconfermarsi, ma sarà anche un’altra cosa correre col numero 1 in carena. Verstappen ha più volte affermato che la sua vita non cambierà ora che ha vinto il Mondiale, ma secondo Andretti ora sarà anche più calmo. Ed è la condizione migliore per esprimersi a grandi livelli.

Puoi dire quello che vuoi, ma quando hai raggiunto lo scopo della tua vita, si toglie di mezzo un grande fardello dalle tue spalle”, ha confessato il campione del mondo del 1978 a RacingNews365. “Non c’è posizione di partenza migliore dell’essere completamente rilassati. A volte, quando sei in quella posizione, fai tutto meglio”.

“Max è davvero in una buona posizione – ha aggiunto Andretti -. Ha combattuto duramente e probabilmente ora si divertirà mentre ci proverà di nuovo. Questo è ciò che motiva qualcuno ed è il modo in cui rimani motivato. Posso solo immaginare cosa si pensa in una situazione del genere, se si raggiunge il proprio obiettivo finale. Quando finalmente fai, mio ​​Dio, le cose andranno solo meglio!”.

Andretti avvisa Hamilton: ecco l’errore che non deve commettere

Max e il rispetto degli avversari

Ma non solo sarà più rilassato nel 2022 Verstappen. Sarà anche più considerato dai piloti che corrono con lui. Almeno così la pensa Andretti. Anche perché l’aver battuto uno come Hamilton, con sette titoli iridati, non è una cosa da poco. Per non parlare dei fan: “Con il titolo hai giustificato la fiducia che avevano già in te. Sai che hanno una forma speciale di apprezzamento per te ora che ci sei riuscito. Tutto questo è positivo e alla fine è quello per cui lavori”.

E ha ammesso: “Non sarà mai più lo stesso, si migliora e basta. Inoltre c’è anche molto rispetto, una certa forma di rispetto che hai ricevuto dagli altri. Lo ricevi anche dai tuoi concorrenti”. Chissà se sarà davvero così. Bisognerà aspettare solo ancora qualche mese per capirlo.