Verstappen alla 24 Ore di Le Mans? Arriva l’annuncio inaspettato

Grande amante delle gare endurance e dei videogame, Verstappen parteciperà alla 24 Ore di Le Mans in versione virtuale.

Max Verstappen (Getty Images)
Max Verstappen (Getty Images)

Lo ha ripetuto in più occasioni. Il suo sogno sarebbe disputarla in abitacolo con il padre Jos. Per adesso però la mitica gara della Sarthe Max Verstappen potrà solo saggiarla davanti ad uno schermo.

Il campione di F1 in carica prederà parte alla 24 Ore di Le Mans in salsa sim race il prossimo 15 gennaio per il team Redline. L’evento scatterà alle ore 14 e sarà fruibile attraverso le diverse piattaforme sociali, oltre che quella ufficiale degli eSport.

L’olandese dividerà il volante della Oreca 07 categoria LMP con il pilota IndyCar Felix Rosenqvist e gli esperti di corsi virtuali Max Benecke e Atze Kerkhof.

Il secondo equipaggio della scuderia sarà invece formato da Oliver Rowland e Felipe Drugovich, con il supporto di Jeffrey Rietveld e Michael Schmidl.

Verstappen e il supermercato che rischia di dover sborsare 150mila euro

Verstappen: l’obiettivo è tenersi allenato

Dunque, anziché oziare, il #33 ha scelto ancora una volta di gareggiare via web. Il suo interesse è non perdere lo smalto pur senza avvantaggiarsi sulla concorrenza, come tra l’altro ha tenuto a precisare al sito CarNext.com nel corso di un’intervista con David Coulthard.

Non si tratta di competere su una F1 al simulatore. E’ come essere su una GT. Trattandosi di uno stile diverso di guida mi permette di fare esercizio“, ha argomentato.

Ad interessare il 24enne è anche il confronto con gli specialisti degli eventi virtuali, al contrario di lui totalmente estranei ai bolidi reali. “E’ incredibile che pur non avendo esperienza in pista, se li si osserva frenare e gestire quella fase, si comportano correttamente”, ha spiegato ammirato dalla loro naturale capacità di essere incisivi online.

Per me rappresenta un’ulteriore motivazione perché so di poter essere rapido quando salgo su una macchina vera, ma al simulatore sono gli altri ed essere il punto di riferimento. E ciò mi costringe ad andare al limite“, ha infine considerato il corridore di Hasselt, ben contento di mettersi alla prova e rafforzarsi in vista del ritorno in griglia nel Circus dove è atteso alla conferma dopo l’exploit del 2021.