Valentino Rossi arriva il grande annuncio: riguarda anche la VR46

Valentino Rossi e Alessio Salucci presentano ufficialmente il nuovo title sponsor del team VR46. Le prime parole del Dottore in veste di Team Owner.

Valentino Rossi (LaPresse)
Valentino Rossi (LaPresse)

Il nuovo team VR46 di Valentino Rossi che esordirà in MotoGP nel 2022 è lieto di annunciare la nuova partnership commerciale con Mooney, la prima società di Proximity Banking & Payments attiva in Italia. Dopo le voci dei giorni scorsi arriva l’annuncio ufficiale: sarà il nuovo title sponsor della squadra e accompagnerà il Dottore anche nella sua nuova avventura con le auto.

Bagnaia non è Valentino Rossi: la verità che devono capire tutti

Le dichiarazioni ufficiali di Valentino Rossi e Salucci

Sarà un connubio tutto italiano: team con base a Tavullia, Mooney con sede in Italia, moto Ducati e piloti italiani: Luca Marini e Marco Bezzecchi, entrambi cresciuto nell’Academy di Valentino Rossi. L’accordo tra VR46 e Mooney prevede eventi commerciali e di marketing che si pongono l’obiettivo di offrire valore aggiunto ai servizi offerti dall’azienda dedita ai pagamenti online e al fintech. Grande soddisfazione da parte del CEO di Mooney, Emilio Petrone, fiero di poter legare il nome della sua azienda ad un marchio così prestigioso come VR46, all’insegna di valori come “velocità, sicurezza, innovazione e capacità di adattarsi ad esigenze dei clienti in costante evoluzione”.

Il team VR46 avrà Valentino Rossi nei panni di Team Owner, dichiaratosi felice di poter iniziare questa nuova avventura sportiva al fianco di un brand italiano e di grande livello, dopo tanti anni di collaborazione con Sky Italia. Oltre ad essere title sponsor Mooney sosterrà le attività della VR46 Riders Academy e la “mia prima stagione racing nel mondo delle quattro ruote”. Il team director Alessio Salucci si augura di proseguire la scia di risultati positivi finora ottenuti dalla sua squadra nelle classi minori del Motomondiale nel corso degli ultimi otto anni. “Vogliamo essere quanto prima ai livelli dei migliori team della MotoGP, obiettivo comune anche in Moto2 dove contiamo di restare una delle squadre di riferimento”.