Ferrari, Sainz già spaventa Leclerc: un dato mette in allerta il monegasco

Carlos Sainz in questi anni ha dimostrato di essere un diesel. La sua crescita però è stata esponenziale e mette in ansia Leclerc.

Carlos Sainz e Charles Leclerc (LaPresse)
Carlos Sainz e Charles Leclerc (LaPresse)

I tifosi della Ferrari hanno imparato a conoscere durante questa stagione Carlos Sainz. Lo spagnolo è un pilota molto concreto, ma soprattutto un diesel. È un po’ la storia della sua carriera. Il driver iberico infatti è sempre cresciuto gara dopo gara risultando alla fine autore di una buona stagione.

Purtroppo per lui però non è mai riuscito a restare per troppo tempo in uno stesso team. In appena 7 anni di F1, infatti, ha già cambiato ben 4 scuderie, quasi la media di una ogni due anni. I risultati però li ha sempre portati a casa. In Red Bull si è ritrovato nel posto giusto al momento sbagliato. Quando era in Toro Rosso c’era anche Verstappen che è poi stato promosso in prima squadra. In quel momento però c’era anche Ricciardo e quindi si è ritrovato le porte chiuse.

Sainz e quella costante progressione

In questo suo primo anno in Ferrari ha subito fatto ricredere quanti avevano storto il naso alla decisione di metterlo sotto contratto. Ha infatti battuto Leclerc e ha messo insieme tante prestazioni di grande sostanza portando sempre la macchina al traguardo e chiudendo solo in due occasioni fuori dai punti.

Un dato in particolare però spaventa già Leclerc. Storicamente infatti Sainz ha sempre fatto meglio nella seconda annata con un team. Nel 2015 in Toro Rosso aveva ottenuto 18 punti, mentre l’anno successivo ha chiuso a quota 46. Difficile fare paragoni con il biennio successivo visto che in nel 2017 lo spagnolo corre metà anno con la Renault.

Sainz frena sul rinnovo con Ferrari: “C’è ancora tempo”

Approda poi in McLaren nel 2019 e lì ottiene 96 punti, mentre l’anno successivo, nonostante 4 GP in meno causa pandemia chiude con 105 punti migliorando ancora una volta lo score dell’anno precedente. Dati alla mano inoltre Sainz ha sempre migliorato il punteggio dell’anno precedente tranne nel biennio 17/18 dove a causa del passaggio Toro Rosso-Renault ottiene un punto in meno, 53 a 54.