F1, McLaren e quel problema che nessuno ammette: è un grosso limite

La McLaren vuole tornare grande, ma c’è un problema legato alla Mercedes che potrebbe pregiudicare questo percorso verso la gloria.

McLaren (GettyImages)
McLaren (GettyImages)

La storia recente della McLaren è alquanto atipica. Dopo anni di dominio in F1 si è ritrovata in crisi. In particolare da quando ha mollato definitivamente il motore Mercedes. con il marchio tedesco c’è stata per anni una partnership importantissima che è terminata nel momento in cui la squadra teutonica ha deciso di scendere in pista in prima persona.

Da quel momento in poi la McLaren ha firmato con Honda e il rapporto è stato decisamente burrascoso. Tra accuse e veleni vari alla fine è arrivata la separazione. I giapponesi ne sono usciti decisamente vincitori dalla vicenda visto che hanno portato la Red Bull e Verstappen ad ottenere il titolo piloti nel 2021.

La McLaren ha un bel problema da risolvere

McLaren come sappiamo invece è tornata un po’ all’ovile ritrovando il propulsore Mercedes. La squadra inglese ha indubbiamente ritrovato un po’ di quella competitività perduta negli ultimi anni, ma c’è un problema che in molti fanno finta di non vedere.

Un vero e proprio guaio per una squadra gloriosa come la McLaren, che negli anni ha vinto 8 titoli costruttori e 12 piloti. In una F1 dove le power unit sono diventate fondamentali, ci sembra assai improbabile infatti che la Mercedes possa “aiutare” la squadra inglese a batterla con il suo stesso propulsore. Un problema che dovrà essere sicuramente risolto.

McLaren–Honda: svelato perché il matrimonio bis fu flop

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Anni fa la stessa Red Bull fu costretta ad abbandonare i motori Ferrari un po’ per lo stesso motivo. In fondo non si può pensare di poter vincere se uno dei tuoi avversari principali mette mano sulla tua vettura. Insomma il problema c’è e la McLaren dovrà risolverlo se vuole tornare a lottare per il titolo.