Aprilia in ritardo sui piani: Aleix Espargarò racconta i problemi

Aleix Espargarò chiude il campionato con il 9° posto a Valencia. Fra pochi giorni ritornerà in pista con Aprilia per un test importante.

Aleix Espargaro (foto Aprilia)

Aleix Espargarò e Aprilia chiudono l’ultimo Gran Premio del 2021 a Valencia con un nono posto. Un risultato che non rispecchia quanto di buono fatto nei primi due terzi del campionato, ma che spinge a migliorarsi già dal prossimo test in programma a Jerez fra qualche giorno (18-19 novembre). Sarà lì che si forgerà la RS-GP22, anche se sarà un prototipo propedeutico alla versione finale del prossimo campionato.

LEGGI ANCHE —> Valentino Rossi, anche Ronaldo lo omaggia a Valencia (VIDEO)

Un finale in salita

Buona la prima parte di gara a Valencia, poi le gomme non hanno retto allo stress. “Non avevo più grip negli ultimi sei o sette giri. All’inizio ero ancora competitivo, ma poi non sono più riuscito a migliorare. Non siamo riusciti nemmeno a risolvere i nostri problemi ed è per questo che non sono riuscito a tenere il passo”, ha spiegato Aleix Espargarò. “Le ultime gare non sono andate secondo i piani. Ma non puoi valutare la stagione in base ai risultati individuali. Abbiamo lavorato sodo per dieci mesi e abbiamo partecipato ad una dura competizione. Il risultato finale è soddisfacente”.

Lo spagnolo guarda avanti, volerà a casa in Andorra prima di ritornare in pista per il test IRTA di Jerez. “Non tutte le parti della nuova moto sono ancora finite, ma proveremo il nuovo telaio, per esempio”, ha preannunciato il pilota di Granollers. “Siamo stati già in galleria del vento questa settimana e sono sicuro che possiamo migliorare. Sappiamo in quali aree dobbiamo migliorare”. Nonostante la separazione di Gresini e Aprilia, non dovrebbero esserci cambiamenti nell’equipaggio di Aleix Espargarò. “È stato un onore essere stato con Gresini. Ma Aprilia merita di provarci anche da sola. Non vedo l’ora perché ci stiamo impegnando molto”.

Aleix Espargaro (getty images)