Espargarò, caduta tremenda. MotoGP con il fiato sospeso: ecco come sta

MotoGP in ansia per le condizioni di Pol Espargarò dopo la brutta caduta nella terza sessione di prove libere del GP di Valencia

La caduta di Pol Espargarò nella terza sessione di prove libere del Gran Premio di Valencia
La caduta di Pol Espargarò nella terza sessione di prove libere del Gran Premio di Valencia (Foto Twitter/MotoGP)

Sperava in un altro epilogo del Mondiale di MotoGP, il suo primo in sella alla Honda ufficiale, Pol Espargarò, a maggior ragione alla luce del secondo tempo ottenuto nelle prove libere di ieri.

Invece la sua stagione è terminata anzitempo, per la precisione a tredici minuti dalla fine della terza sessione di prove libere del sabato mattina, con una caduta violenta che ha lasciato con il fiato sospeso tutto il paddock.

La grande paura per Pol Espargarò

Il pilota spagnolo è stato sbalzato dalla moto alla curva 13 riportando una botta al torace che gli ha provocato problemi seri. A caldo ha raccontato ai microfoni di Sky Sport il suo team principal Alberto Puig: “Ha preso un forte colpo costale e a una mano, ma muove le braccia e le gambe”.

Immediatamente è stato trasportato in barella al centro medico del circuito Ricardo Tormo e sottoposto a controlli, i cui esiti li ha spiegati il responsabile medico del Motomondiale, il dottor Angel Charte.

Pol Espargaro ha preso una contusione importante sul lato destro del costato”, sono state le sue parole. “Non ha mai perso conoscenza, anche se ha avuto una sospetta commozione cerebrale, ma a livello neurologico è a posto. Ha molto dolore ed è stato aiutato per sopportarlo. Il polmone per il momento sembra a posto, ma ha riportato anche una leggera botta al polso destro. Per il resto è ok”.

Il ricovero in ospedale

In seguito, tuttavia, è stato deciso il ricovero in ospedale al centro traumatologico di Valencia, a circa trenta chilometri dal tracciato, dove è stato oggetto di ulteriori esami, compresa una Tac.

Gli ultimi aggiornamenti giungono dal dottor Michele Zasa, della clinica mobile: “Fortunatamente sta bene. La Tac all’emitorace destro e al polso destro ha confermato che non ci sono fratture, si tratta di semplici contusioni. I tempi di recupero dipenderanno essenzialmente dal dolore. La sua partecipazione alla gara dipende dal direttore medico del circuito e dalla volontà del pilota. Verrà valutato ulteriormente nelle prossime ore. Se ha dolore, allora sicuramente è difficile guidare una moto a questi livelli”.

Ma è stato lo stesso Espargarò a rassicurare tutti: “L’impatto è stato molto duro, ma per fortuna ho evitato infortuni gravi”, è stato il suo commento. “Negli esami in ospedale non è apparso nulla di rotto. Al momento ho molto dolore alle costole mentre respiro, quella è la parte che mi fa più male. Sono molto deluso perché eravamo molto veloci e mi sentivo molto fiducioso, mi dispiace per il team. Stanotte mi riposerò, prenderò gli antidolorifici e vedrò quale sarà la situazione domattina”.

Pol Espargarò in pista sulla Honda al Gran Premio di Valencia di MotoGP 2021
Pol Espargarò in pista sulla Honda al Gran Premio di Valencia di MotoGP 2021 (Foto Dorna)

LEGGI ANCHE —> Ducati inarrivabile. Pole Martin, ma tutti d’accordo: “Il favorito è Bagnaia”