Lewis Hamilton, vietato gettare la spugna: “Non è ancora finita”

Lewis Hamilton è in pesante ritardo rispetto a Max Verstappen, ma la resa non è affatto un’opzione che prende in considerazione

Lewis Hamilton sulla griglia di partenza del Gran Premio degli Stati Uniti di F1 2021 ad Austin
Lewis Hamilton sulla griglia di partenza del Gran Premio degli Stati Uniti di F1 2021 ad Austin (Foto Steve Etherington/Mercedes)

Forse per la prima volta dopo sette anni di dominio incontrastato in Formula 1, adesso la Mercedes comincia a tremare davvero. Lewis Hamilton si sta rendendo conto che il titolo mondiale, quello che sognava per superare Michael Schumacher e arrivare a quota otto, come mai nessuno nella storia, gli sta sfuggendo dalle mani.

La sconfitta patita dal suo diretto rivale nella corsa all’iride, Max Verstappen, nell’ultimo Gran Premio negli Stati Uniti, da questo punto di vista, potrebbe marcare una svolta decisiva, a discapito proprio del campione in carica. Non solo, infatti, i punti di vantaggio dell’olandese iniziano ad essere dodici: un distacco certamente consistente, ma non incolmabile, quando mancano ancora cinque gare al termine della stagione.

No, più che la matematica, a preoccupare l’anglo-caraibico e i suoi uomini della Freccia nera è soprattutto il significato della batosta subita ad Austin. Un circuito sulla carta favorevolissimo alla corazzata anglo-tedesca, dove Hamilton aveva trionfato per ben cinque volte su sette partecipazioni e la Red Bull, invece, non si imponeva dall’ormai lontano 2013.

Lewis Hamilton stavolta è in affanno

Stavolta i valori in campo sono apparsi ribaltati: i Bibitari si sono involati verso il trionfo, mentre Lewis ha fatto fatica a tenere il loro passo. La testimonianza che, forse, quella della Stella a tre punte non è davvero più la vettura tecnicamente da battere nello schieramento.

Ora la strada si fa davvero in salita per il numero 44. Lo aspettano due piste in cui, stavolta, sono proprio le Lattine le favorite d’obbligo, sulla carta: e se sono riuscite a vincere dove il pronostico diceva “Mercedes“, figuriamoci ora che la bilancia pende dalla loro parte.

Crederci sempre, arrendersi mai

Eppure, nonostante il momento difficile, Lewis Hamilton di arrendersi non ne ha la minima intenzione. Anzi, rilancia, tira fuori tutta la sua grinta e la sua combattività che gli ha permesso di vincere tante gare e tanti campionati.

La parola d’ordine l’ha lanciata lui stesso, sui suoi seguitissimi profili ufficiali sui social network. “It’s not over!!”, con due punti esclamativi, ovvero “Non è finita”: una semplice e lapidaria frase, quella scritta dal fuoriclasse anglo-caraibico, ma sufficiente a dare il senso del suo umore in questo momento. Sconfitto certamente, ma abbattuto mai.

Lewis Hamilton in lotta con Max Verstappen al Gran Premio degli Stati Uniti di F1 2021 ad Austin
Lewis Hamilton in lotta con Max Verstappen al Gran Premio degli Stati Uniti di F1 2021 ad Austin (Foto Jiri Krenek/Mercedes)

LEGGI ANCHE —> Hamilton sta perdendo le speranze: “Red Bull più veloce, sarà dura”