Gasly furioso con Red Bull: eliminato per colpa di Verstappen?

Gasly non perdona la Red Bull per averlo escluso dal team.  E’ stato tutto orchestrato per non infastidire Verstappen?

Pierre Gasly (©Getty Images)

Da quando nel bel mezzo della campagna 2019 è stato di retrocesso in Toro Rosso Pierre Gasly si è trasformato. E’ maturato e cresciuto come pilota, dando vita a prestazioni di alto livello come quella di Monza 2020, con il successo di gara, o gli altri due podi ottenuti in Brasile proprio nell’anno orribile e in Azerbaijan nella stagione in corso. Nulla di ché, potremmo dire, se non sapessimo che il transalpino ha tra le mani un’auto non particolarmente competitiva.

Una condotta gagliarda, la sua, che probabilmente avrebbe solleticato il palato di qualsiasi altro top team, ma non della Red Bull che, insistentemente non accenna a volerlo promuovere.

Perché i vertici di Milton Keynes non vogliono Gasly?

La domanda sulla motivazione di tanto scetticismo da parte del dottor Helmut Marko e soci se la stanno ponendo in diversi e ovviamente anche l’interessato che, alla luce dei risultati portati a casa sperava in un trattamento diverso. Ed invece, come noto, anche nel 2022 al fianco di Verstappen ci sarà Sergio Perez, probabilmente senza velleità personali e ben contento di svolgere la funzione di aiutante.

“Il mio obiettivo è quello di essere un pilota Red Bull, non credo sia una sorpresa. Voglio guidare una vettura che mi consenta di lottare per le prime posizioni”, ha confessato il driver di Rouen a Motorsport.com.

“Sono contento che stiano avendo una stagione di successo. Io continuerò a spingere e cercherò di cogliere la mia occasione in futuro perché quello che voglio è lottare per il titolo mondiale”, ha ribadito il suo piano.

La sensazione, però, è che finché Max sarà in scuderia per lui non ci sarà posto. Non è da escludere, infatti, che nella testa della dirigenza ci possa essere sì il timore della mancanza di costanza, ma forse anche della resistenza del 25enne a fare il maggiordomo dell’olandese.

AlphaTauri (©Getty Images)

Chiara Rainis