Alla Suzuki serve una svolta: Alex Rins consiglia il suo team

Rins, come Mir, non è soddisfatto della stagione MotoGP 2021 e si aspetta progressi dalla Suzuki. Dà anche un suggerimento al suo team.

Alex Rins
Alex Rins (Getty Images)

Il campionato MotoGP 2021 della Suzuki è stato sicuramente sotto le aspettative. Dopo aver vinto il titolo l’anno scorso con Joan Mir, ci si attendeva un ulteriore passo avanti.

Invece, come sottolineato dallo stesso campione in carica, il team non ha fatto i progressi necessari. Pur restando la GSX-RR una moto nel complesso competitiva, non lo è stata abbastanza per pensare di lottare concretamente per il titolo. Non a caso, in questo Mondiale non è arrivata nessuna vittoria. Sono comunque stati ottenuti sei podi, cinque con Mir e uno con Alex Rins, ma mai un successo. Vanno poi aggiunti altri otto piazzamenti in top 6.

LEGGI ANCHE -> Bastianini, grandi elogi da Dall’Igna: “Ma gli mancano tre cose”

MotoGP, Alex Rins consiglia Suzuki

Rins spera che la Suzuki per il 2022 faccia il lavoro necessario per lottare per il titolo MotoGP. Ha anche un consiglio da dare al team: «Dovremmo fare qualcosa. Altri produttori fanno diversi test. Noi non lo facciamo – riporta Motorsport-Total.com – ed è un po’ strano. Non ho ancora parlato con loro di questo argomento, forse un giorno dovrei farlo».

Secondo il pilota catalano, in Suzuki bisognerebbe utilizzare maggiormente il tester Sylvain Guintoli: «Sicuramente trarremmo beneficio facendo più giorni di test». Rins ha le idee chiare su una mossa che il team dovrebbe fare per migliorare. Pensa che Guintoli non sia stato abbastanza sfruttato come collaudatore e in ottica 2022 questo va cambiato, testando quanta fa la concorrenza.

La scorsa settimana a Jerez c’erano Yamaha con Cal Crutchlow, Honda con Stefan Bradl e KTM con Dani Pedrosa. Anche a Suzuki avrebbe fatto bene esserci con il proprio tester. La casa di Hamamatsu dovrà lavorare su diversi aspetti per essere costantemente al top nel 2022.

Un test collettivo importante si svolgerà nelle giornate 18 e 19 novembre proprio a Jerez. Il campionato MotoGP 2021 sarà terminato e tutti i team scenderanno in pista con le novità per il prossimo anno. Suzuki dovrà sfruttare al meglio quei giorni di prove.

Alex Rins
Alex Rins (Getty Images)