Luca Bernardi nel Mondiale Superbike: ufficiale la firma biennale

Il Barni Racing Team ha annunciato ufficialmente che Luca Bernardi correrà con la Ducati Panigale V4 R della squadra di Marco Barnabò dal 2022.

Luca Bernardi
Luca Bernardi (Getty Images)

La notizia era nell’aria da un po’ e adesso è ufficiale. Luca Bernardi nel 2022 e nel 2023 correrà nel Mondiale Superbike con il Barni Racing Team.

Dopo aver sorpreso in Supersport quest’anno, il 20enne pilota sammarinese nella prossima stagione farà il salto di categoria. Sostituirà Samuele Cavalieri, subentrato a Tito Rabat nel corso di questo campionato, e guiderà una Ducati Panigale V4 R. La squadra di Marco Barnabò ha voluto puntare su un rider giovane e con lui vuole fare un progetto biennale.

Bernardi è felicissimo di far firmato con il Barni Racing Team: «Correre in Superbike è un sogno che si avvera. Ho scelto di accettare la proposta del Barni Racing Team perché hanno dimostrato di volermi e di credere nella mia crescita più di tutti gli altri. Marco Barnabò mi è stato vicino anche dopo l’incidente di Magny Cours e ha deciso di puntare su di me anche dopo quello che è successo. Lo ringrazio per questo e per l’opportunità che ha deciso di darmi, io cercherò di adattarmi in fretta alla moto per cercare di essere subito competitivo. Non vedo l’ora di conoscere la squadra e spero di poter iniziare presto a lavorare con il team».

Anche il team principal Barnabò esprime la propria soddisfazione per l’ingaggio del pilota sammarinese: «Ho seguito Luca dall’inizio della stagione e il suo rendimento mi ha impressionato fin dai primi round. La sua crescita è stata costante, ma anche molto rapida. È andato subito forte nel mondiale Supersport, anche su piste che non aveva mai visto e questo mi ha convinto a investire su di lui. Nel prossimo biennio vogliamo dargli l’opportunità di crescere con il giusto tempo per dimostrare il suo valore. Inoltre investiremo mettendogli a disposizione una moto che sarà all’altezza di quella ufficiale».

Luca Bernardi Barnabo
Luca Bernardi e Marco Barnabò (foto Barni Racing Team)