Le due storiche bandiere della Ferrari che puntano su Lewis Hamilton

Due grandi leggende della storia della Ferrari hanno espresso la loro inaspettata preferenza a favore di Lewis Hamilton

Lewis Hamilton con Charles Leclerc
Lewis Hamilton con Charles Leclerc (Foto Lars Baron/Getty Images)

Nonostante lo scenario avrebbe affascinato molto sia i tifosi della Ferrari che il diretto interessato, la parabola della carriera in Formula 1 di Lewis Hamilton è destinata a non incrociare mai Maranello.

Il sette volte campione del mondo ha rivelato, anche negli ultimi giorni, che in passato i flirt con il Cavallino rampante ci sono stati, ma che non hanno mai portato ad un accordo vero e proprio. Tanto che l’anglo-caraibico è diventato alla fine una bandiera della grande rivale della Rossa, la Mercedes.

Arnoux e Alesi votano per Hamilton

Eppure due storici portacolori ferraristi, che hanno legato il loro nome indissolubilmente alla scuderia modenese, si sono schierati un po’ inaspettatamente con l’iridato in carica. Si tratta di René Arnoux e Jean Alesi, ospiti del Festival dello Sport, organizzato dalla Gazzetta dello Sport, a Trento.

Quando è stata loro posta la domanda su chi si aggiudicherà l’attuale campionato di F1, i due francesi non sono sembrati avere dubbi: “Vorrei vedere Verstappen ma penso che vincerà Hamilton“, ha dichiarato Arnoux.

Ancora più deciso Alesi, rimasto molto deluso dall’incidente innescato da Verstappen al Gran Premio d’Italia contro il suo diretto rivale: “Io dico Hamilton, anche perché non mi è piaciuto molto quello che Max ha fatto a Monza“, ha commentato.

Le speranze della Ferrari per il prossimo anno

Entrambi, naturalmente, puntano però forte anche sulla Ferrari, nella speranza che i due attuali piloti, che sembrano apprezzare molto, possano riportarla presto nelle posizioni che contano. “Sainz e Leclerc sono la coppia più bella ed equilibrata e lo spagnolo per me è il più intelligente di tutti”, sono i begli elogi riservati da Alesi.

A cui ha fatto eco Arnoux: “Anche a me piacciono molto, ma per vincere oggi conta molto il lavoro di ingegneria e strategia. Il prossimo anno vedremo Mercedes, Red Bull, la McLaren, che è ormai tornata, e speriamo che ci possa essere anche la Ferrari“.

Jean Alesi
Jean Alesi (Foto Patrik Lundin/Getty Images)

LEGGI ANCHE —> Leclerc carico a palla: “Il mio obiettivo in gara è vincere”