Jack Miller, ora è guerra aperta: “La prossima volta non sarò così tenero”

Jack Miller ne ha avuto abbastanza e non la farà più passare liscia a colui che è diventato il suo principale antagonista in MotoGP

Jack Miller
Jack Miller (Foto Ducati)

Ormai Jack Miller ha dichiarato guerra. E ha le idee chiare su chi sia il suo nemico pubblico numero uno: il campione del mondo in carica Joan Mir.

I due sono finiti ai ferri corti all’ultimo Gran Premio delle Americhe ad Austin, quando sono arrivati a contatto all’ultimo giro, prima che l’australiano della Ducati si producesse in un esplicito rimprovero, davanti alle telecamere in mondovisione, al suo rivale spagnolo della Suzuki, poi punito pure dai commissari con una penalizzazione.

L’avviso di Miller a Mir

Anche ad una settimana di distanza, Jackass non ha ancora digerito l’accaduto, tanto da lanciare un avvertimento diretto al maiorchino: stavolta si è trattenuto, ma la prossima scatenerà la belva che è in lui (e che in passato abbiamo visto all’opera).

“Sono maturato e ho molto più autocontrollo di una volta, ero arrabbiato e sono rimasto calmo”, ha ammesso Miller ai microfoni della Gazzetta dello Sport, a margine della sua partecipazione al Festival dello Sport di Trento. “Ma dovesse succedere di nuovo non sarò così tenero. Era già capitato e non mi sta bene”.

Solo complimenti per Bagnaia

Se con Mir l’ostilità è evidente, con il suo compagno di squadra Pecco Bagnaia invece si è sviluppato un rapporto di grande amicizia e collaborazione reciproca. Come dimostra il gioco di scuderia che lo ha visto protagonista sempre ad Austin, quando ha lasciato sfilare senza ostacolarlo troppo il torinese, in lotta per il Mondiale. “Abbiamo un ottimo rapporto e non ho fatto nulla di speciale. Anche perché mi avrebbe infilato lo stesso”, sorride Jack.

Lo sguardo ora è puntato sulla chiusura del campionato 2021: “Ci aspettano tre appuntamenti su piste che mi piacciono, come Misano, Portimao e Valencia: punto al terzo posto nella classifica finale del Mondiale”, promette Miller.

Jack Miller davanti alla Suzuki di Alex Rins nel Gran Premio delle Americhe di MotoGP 2021 ad Austin
Jack Miller davanti alla Suzuki di Alex Rins nel Gran Premio delle Americhe di MotoGP 2021 ad Austin (Foto Ducati)

LEGGI ANCHE —> Valentino Rossi inimitabile, Bagnaia: “Ma vorrei ereditare una cosa”