Piero Ferrari non ci sta su Schumacher: “Perché dite questo di lui?”

Nel parlare di Michael Schumacher, Piero Ferrari ha voluto fare alcune importanti precisazioni in merito al modo in cui viene trattato.

Michael Schumacher (GettyImages)
Ferrari, Michael Schumacher (GettyImages)

Michael Schumacher ha scritto pagine indimenticabili nella storia della Ferrari. Con le sue vittorie è diventato un vero e proprio simbolo del Cavallino Rampante, che ha accompagnato verso la gloria eterna all’inizio degli anni 2000. In quel momento infatti la Rossa arrivava da un periodo molto buio e proprio quei successi l’hanno rianimata.

Oggi la situazione per certi versi è simile e si punta su Leclerc e Sainz per provare a tornare nuovamente sul tetto del mondo La vettura giusta però ancora non c’è e per il momento le speranze sono riposte nel mezzo che scenderò in pista durante il 2022.

Piero Ferrari: “Schumacher era una persona semplice”

Intanto Piero Ferrari, figlio dell’indimenticabile Drake, secondo quanto riportato da Speedweek, ha così parlato di Schumi: “Mi piace ricordare i momenti belli vissuti con Michael fuori dalla pista, quando era ospite a casa nostra e abbiamo bevuto insieme del buon vino rosso. Lui era una persona semplice nell’accezione più positiva del termine. Onestamente non mi piace che oggi si parli di Schumacher come se fosse morto”.

LEGGI ANCHE >>> Strategia sbagliata per Leclerc a Sochi: la Ferrari spiega il perché

Infine il vice-presidente della Rossa ha così concluso: “Sainz è affidabile e veloce. Abbiamo un grande team con Charles. Leclerc sarebbe piaciuto molto a mio padre. Fare dei confronti con il passato è sempre complicato, ma si può dire che Gilles Villeneuve era un pilota di puro istinto. Charles è invece molto diverso, dotato di talento e sempre concentrato. Con la macchina giusta ci farà divertire”. Ferrari ha ricevuto il Premio Mecenate dello Sport 2021.

Antonio Russo

Hakkinen e Schumacher in lotta in Brasile nel 2000. Mandatory Credit: Mark Thompson / Allsport