Un alleato in più per Lewis Hamilton: anche Lando Norris lo aiuterà?

Norris prenderà le parti del connazionale Hamilton nella battaglia per il titolo contro Verstappen? Ecco cosa ha risposto l’inglese.

Lewis Hamilton e Lando Norris (©Getty Images)

Ci sarà un po’ di sano nazionalismo da qui in avanti nel GP di F1, oppure ognuno penserà per sé? Il dubbio c’è. In fin dei conti, quando non si ha nulla da giocarsi di pesante, far un po’ da ago della bilancia può essere divertente.

Pensiamo solo a quanto successe nel 2008 quando Hamilton si aggiudicò il suo primo mondiale con la McLaren. Allora, il britannico venne aiutato, volontariamente o involontariamente, da Timo Glock il quale, nelle ultime tornate del gran finale di Interlagos, si fece sfilare, consegnando nelle mani del #44 la coppa e togliendola brutalmente da quelle del ferrarista Felipe Massa. convinto, alla bandiera a scacchi di essere diventato campione.

Quel giorno è rimasto nella mente di tutti per la sua intensità e crudeltà, così pure in quella dell’allora tedesco della Toyota che venne proprio incolpato di essersi venduto a favore dell’equipe di Woking.

Il duello Hamilton-Verstappen da chi sarà deciso?

La questione è dunque questa, si vivrà una situazione analoga, con dei “complici” a favore di Lewis o Max, oppure si lascerà parlare il circuito con le sue sentenze?

Interrogato da Motorsport.com sul tema, Lando Norris, grande protagonista del 2021 finora, e conterraneo di Ham, ha alzato le mani sostenendo che da lui non arriverà nessun aiutino.

“Io guido per il mio team e per me stesso. Lotto per aggiudicarmi le gare e non lascerò mai un piazzamento a nessuno”, ha sostenuto convinto. “Non  importa che possa servire loro per vincere”, si è tagliato fuori da qualsiasi intervento a favore dell’uno o dell’altro.

Quindi, amore soltanto per la “papaya”, spinto dall’ambizione di arrivare il più avanti possibile in classifica. Ma sarà davvero così?

Max Verstappen e Lewis Hamilton (©Getty Images)

Chiara Rainis