Superbike, a Portimao debutta un team italiano

Tanta Italia nel Mondiale Superbike a livello di team. A Portimao ci sarà un’altra squadra made in Italy che debutterà. Si rivede Ruiu.

B Max Racing sbk
Foto team B-Max Racing

Il Mondiale Superbike torna in azione a Portimao in questo fine settimane. Dopo le due tappe in Spagna, a Montmelò e a Jerez, il campionato arriva al terzultimo appuntamento in calendario.

Riflettori puntati, ovviamente, sulla lotta al titolo tra Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea. Ma tra i temi interessanti del weekend in Portogallo ci sarà anche il debutto nel WorldSBK del team italiano B-Max Racing, che correrà solamente a Portimao con Gabriele Ruiu come wild card. La moto utilizzata sarà una BMW M 1000 RR.

Il 21enne pilota romano corre con la stessa squadra nel Campionato Italiano Velocità (CIV), classe Superbike. Per lui il Mondiale SBK non è una novità assoluta, infatti nel 2018 ha disputato gli ultimi round in Argentina e Qatar con la Kawasaki del team Pedercini Racing. E ha già corso a Portimao nel 2019, quando ha gareggiato in Supersport con la Honda del team MPM WILSport Racedays e chiuse al dodicesimo posto.

I risultati ottenuti da Ruiu e da B-Max Racing sono stati buoni nel 2021. Il team manager Massimo Bruna ha voluto debuttare nel WorldSBK e spera che il weekend a Portimao sia positivo, anche se ci sarà tanto da imparare e non bisogna attendersi un risultato altisonante: «Siamo felicissimi, è un sogno che si avvera. Vogliamo correre nella massima categoria, però sappiamo di essere una squadra giovane che deve fare esperienza. Il nostro reparto corse a Ciampino è cresciuto e fa ben sperare per il futuro».

Ruiu è molto determinato per il suo ritorno nel campionato mondiale delle derivate di serie: «Sono contento di questa opportunità. Senza il B-Max Racing Team non avrei avrei potuto competere ad alti livelli quest’anno. In Portogallo sarà un test per capire cosa migliorare al fine di poter gareggiare nel Mondiale anche l’anno prossimo. Siamo carichi e vogliamo ben figurare».

Il B-Max Racing Team punta ad essere presenza fissa nel Mondiale Superbike dal 2022, vedremo se il progetto andrà in porto. Sarebbe sicuramente piacevole avere un’altra squadra italiana nel campionato, anche perché c’è RC Squadra Corse che da un po’ di round non gareggia per alcuni problemi interni e ha un futuro incerto.

Gabriele Ruiu
Gabriele Ruiu con il B-Max Racing Team (foto Instagram)