Luca Marini insegue il riscatto: ad Austin vuole trovare la sua America

Luca Marini arriva ad Austin con l’obiettivo di centrare la zona punti dopo gli ultimi due Gran Premi con risultati deludenti.

Luca Marini

Il campionato del mondo di MotoGP sbarca ad Austin, uno dei tracciati più impegnativi in calendario, con il rettilineo più lungo e il layout antiorario. Luca Marini arriva per la prima volta con la sua Ducati Desmosedici e proverà a riprendersi la zona punti che nelle ultime due gare non è riuscito a centrare.

Nel test di Misano della scorsa settimana ha trovato alcune soluzioni che potrebbero rivelarsi utili già dal prossimo week-end di gara, quindi l’obiettivo è confermare quelle buone sensazioni e continuare così la striscia di risultati positivi che ha caratterizzato l’estate del pilota dello Sky VR46 Avintia. “Austin è sicuramente una delle piste più particolari e allo stesso tempo difficili dell’intero calendario – ha detto il rookie di Tavullia -. Ci aspetta una settimana di duro lavoro dove sfruttare al meglio anche quanto di buono fatto al test a Misano della scorsa settimana. Abbiamo provato diverse nuove soluzioni e siamo stati veloci. Gli ultimi non sono stati weekend facili e l’obiettivo è sicuramente tornare in zona punti”.

Il team manager Ruben Xaus sottolinea l’importanza della prima giornata di prove libere, quando sarà fondamentale trovare subito un buon setting. “L’America ha sempre il suo fascino: la pista è bella, complicata e molto lunga. Le difficoltà e i distacchi quindi probabilmente saranno più evidenti. L’importante sarà non perdere tempo, essere pronti con una buona messa a punto da venerdì, girare tanto e prendere i riferimenti dai più forti. L’obiettivo è fare quanta più esperienza possibile, imparare e preparare al meglio la seconda trasferta a Misano. Sarà una gara costruttiva in ottica fine stagione e i punti sono alla portata”.

Luca Marini a Misano