“Ducati è latina, molto diversa dai giapponesi”: Xaus spiega il perché

Ruben Xaus sottolinea l’importanza del podio di Enea Bastianini a Misano: budget limitato e un prototipo meno aggiornato dei rivali.

Paolo Ciabatti e Ruben Xaus (foto Instagram)

Il GP di San Marino non ha regalato ai tifosi italiani solo la gioia del trionfo di Pecco Bagnaia. Sul gradino più basso del podio è salita un’altra Ducati, quella del rookie Enea Bastianini, passato un po’ in secondo piano pur trattandosi di un terzo posto a dir poco sensazionale. Perché il giovane romagnolo corre con un team privato ed ha a disposizione una moto 2019 con alcuni aggiornamenti, senza dimenticare che era partito dalla 12esima piazza.

L’esultanza del team manager Xaus

Un traguardo storico anche per il suo team Avintia, come sottolineato a gran voce dal team manager Ruben Xaus ai microfoni di DAZN: “Ora è il momento di chiedere al capo, che è la Ducati, di darci un po’ più di quanto meritiamo. Quest’anno è l’addio alla squadra e bisogna spingere”. C’è voglia di ripetersi prima della fine del Mondiale e prima che la VR46 prende il posto della scuderia spagnola, con cui hanno stabilito un’alleanza in Moto3. La mentalità italo-spagnola sembra essere un binomio vincente. “Ciò che Ducati ha di diverso dagli altri marchi, è quella mentalità latina che ha una capacità di reazione più rapida rispetto ai giapponesi. Loro passano per fasi: lo passo al mio capo, analizzo la situazione e approvo. In Ducati è azione reazione ed è quello che facciamo in squadra”.

Nella stagione 2020 Avintia ha ottenuto un podio con Johann Zarco, ma quello di Enea Bastianini ha un sapore ancora più dolce per via del pacchetto tecnico meno aggiornato rispetto a quello a disposizione del francese. “La squadra raggiunge un podio ogni anno, ed è ad un livello incredibile”, ha ricordato Ruben Xaus. “È una squadra con un budget molto basso rispetto alle altre e questo ci dice che in MotoGP il pacchetto fa la differenza”.

LEGGI ANCHE —> Dovizioso vede un Valentino Rossi “diverso”: ecco come è cambiato

Bastianini
Enea Bastianini felice dopo il podio a Misano Adriatico (Getty Images)