MotoGP Misano, warm-up: tempi e classifica finale

Tempi e classifica del warm-up del Gran Premio di Misano 2021. Si preannuncia una grande sfida tra Quartararo e Bagnaia nella gara di oggi.

Alex Rins a Misano (getty images)

Il pilota Suzuki Alex Rins conquista il miglior crono nel warm-up anche se partirà solo nono in griglia per la 14a gara MotoGP della stagione a Misano. Una sessione di riscaldamento all’insegna del sole, anche se il meteo potrebbe fare qualche capriccio pomeridiano intorno alle 15:00, quando probabilmente la gara della classe regina sarà conclusa.

Secondo posto per Fabio Quartararo con doppia gomma media che ferma il suo miglior crono in 1’32″6, ad un solo decimo dal pilota spagnolo della GSX-RR. Terzo tempo per Pecco Bagnaia che sembra in ottima forma per la gara di oggi: il pilota Ducati è intenzionato a ridurre il gap in classifica dalla vetta, che al momento dista 53 punti. Bene anche l’altra Suzuki di Joan Mir, quarta, seguita dall’Aprilia di Aleix Espargarò. Chiudono la top 10 Jack Miller, il collaudatore Ducati Michele Pirro, Enea Bastianini, Brad Binder e Stefan Bradl. Il teste tedesco ha rinnovato con Honda per i prossimi due anni e continuerà a collaudare la RC213V.

Gran Premio di San Marino, warm-up: tempi e classifica finale

1. Rins, Suzuki, 1: 32.521 min
2. Quartararo, Yamaha, + 0.102 sec
3. Bagnaia, Ducati, + 0.259
4. Mir, Suzuki, + 0.269
5. Aleix Espargaró, Aprilia, + 0.356
6. Miller, Ducati, + 0,360
7. Pirro, Ducati, + 0,401
8. Bastianini, Ducati, + 0,433
9. Binder, KTM, + 0,470
10. Bradl, Honda, + 0,476
11. Marc Márquez, + 0,487
12. Pol Espargaró, Honda, + 0,496
13. Martin, Ducati, + 0,543
14. Oliveira, KTM, + 0,545
15. Alex Márquez, Honda, + 0,553
16. Zarco, Ducati, + 0,576
17. Nakagami, Honda, + 0,652
18. Vinales, Aprilia, + 0,721
19 Rossi, Yamaha, + 0.895
20. Petrucci, KTM, + 0.982
21. Lecuona, KTM, + 1.034
22. Marini, Ducati, + 1.186
23. Dovizioso, Yamaha, + 1.700
24. Morbidelli, Yamaha, + 1.764

Pecco Bagnaia in pista sulla Ducati
Pecco Bagnaia in pista sulla Ducati (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)