Vinales sta finalmente capendo la sua Aprilia: “Mi sento sempre più forte”

Maverick Vinales conquista il 10° posto in griglia a Misano. Il pilota di Roses inizia a intravedere qualche buon risultato con Aprilia.

Maverick Vinales (foto Aprilia)

Maverick Vinales partirà dalla decima posizione in griglia nel GP di San Marino. Un risultato forse inatteso dal momento che si tratta della seconda uscita ufficiale per l’ex Yamaha, ma la due giorni di test privati tenuto qualche settimana fa sul circuito di Misano sortiscono il loro effetto. Il vero obiettivo resta quello di conoscere la RS-GP in vista della prossima stagione, ma la decima piazza solletica le speranze Aprilia.

Inizia a rubare la scena al compagno di squadra Aleix Espargarò che al momento incassa con diplomazia, ma Vinales non si scompone: “Fare un giro secco è diverso ed è sempre molto complicato per me. Ma ci sono molto più vicino ed è per questo che sono soddisfatto. Ho testato di nuovo diverse configurazioni e sto diventando sempre più forte”.

La crescita continua di Vinales con Aprilia

Ma è difficile fare previsioni in vista della gara di oggi. Sulla distanza di gara molto può cambiare e bisognerà fare i conti anche con l’usura delle gomme e le temperature dell’asfalto prima di tutto, dove occorre molta esperienza ed uno stile di guida adatto alla moto: “Mi faccio strada passo dopo passo. La squadra mi conosce meglio e sa sempre meglio di cosa ho bisogno per essere veloce e viceversa. Ho guadagnato nove posizioni rispetto ad Aragon. Va bene così”.

Nei prossimi giorni ci saranno anche due giorni di test IRTA in cui potrà approfittarne per calibrare al meglio il suo prototipo e studiare alcuni aggiornamenti per il futuro. “Ogni sessione è un test per me. Non guardo sempre al tempo sul giro. È una questione di sensazione che va migliorata”, ha aggiunto Maverick Vinales, autore di una caduta nella giornata di sabato. “Penso che sia dovuto alla gomma anteriore dura. Se guidi troppo lentamente, l’incidente non può essere evitato. Il livello è incredibilmente alto, ma bisogna anche spingere continuamente”.

Maverick Vinales (foto Aprilia)