Paolo Simoncelli: “Che emozione a Misano, perché non c’è più Marco”

Papà Paolo Simoncelli si apre sulle emozioni che prova nel weekend di Misano Adriatico, sulla pista che porta il nome del figlio Paolo

Paolo Simoncelli con il figlio Marco
Paolo Simoncelli con il figlio Marco (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Un tempo era la gara di casa del figlio Marco Simoncelli, quella dove era più emozionante andarlo a seguire, perché ci si trovava a pochi chilometri dalla città natale di Coriano.

Oggi, quello di Misano Adriatico è il Gran Premio che si corre proprio sul circuito che porta il nome del Sic, intitolato in onore di questo giovane e sfortunato campione che se n’è andato troppo presto.

Inevitabile, dunque, che per papà Paolo Simoncelli porti delle sensazioni davvero uniche, dal sapore purtroppo agrodolce. “È un’emozione correre a Misano“, racconta ai microfoni di Sky Sport. “Per tanti motivi, soprattutto perché Marco non c’è più. Ne parlavo con mia moglie l’altra sera: quando c’era lui era una settimana davvero speciale. Adesso sì, è bella ma c’è sempre quell’amaro in bocca, insomma”.

Simoncelli e il team Sic58 in casa a Misano

Certo è che da queste parti, in Riviera romagnola, il motociclismo (ma anche l’automobilismo) sono davvero di casa. Non solo per chi è nato in questa terra, ma anche per chi ammira, apprezza e fa il tifo per i grandissimi campioni e i marchi che sono nati proprio da queste parti. Compresa la famiglia Simoncelli, appunto.

“È la nostra regione”, sottolinea orgoglioso papà Paolo. “Qui è il mondo dei motori, è la patria dei motori. Qui sono nati i genitori più matti, che hanno fatto dei figli suonati, che vanno tutti forte e continuano ad andare forte. E quindi sì, una regione un po’ favorita dalle piste, ma soprattutto quando ero io bambino i piloti ti passavano vicino. C’erano Agostini, Pasolini, li potevi toccare… era bellissimo!”.

Oggi Paolo Simoncelli si occupa del team Sic58 Squadra corse, che può e deve puntare ad un buon risultato nella corsa a domicilio: “Per quanto riguarda Fellon sono contentissimo perché sta crescendo molto, mentre Tatsu (Suzuki, ndr) bisogna che ci regali qualcosa prima di andarsene”. Per rendere ancora più speciale il weekend di Misano.

Paolo Simoncelli con Tatsuki Suzuki, pilota del team Sic58 Squadra corse
Paolo Simoncelli con Tatsuki Suzuki, pilota del team Sic58 Squadra corse (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)