Leclerc e Sainz delusi dal GP di Monza: “È stato frustrante”

Davanti ai suoi tifosi la Ferrari fa flop e viene “asfaltata” dalla McLaren. Leclerc e Sainz non nascondono il disappunto.

Charles Leclerc (©Ferrari Twitter)

Dovevano ruggire e rampare trascinate dall’entusiasmo del pubblico di casa ed invece a Monza le due Ferrari si sono afflosciate. Benché sia doveroso riconoscere che, per quanto possibile, Leclerc e Sainz ci abbiano provato a farsi largo tra gli avversari, alla fine non si sono mossi. L’unico avanzamento si è verificato per la doppia uscita di Hamilton e Verstappen e ha premiato il solo Charles, diventato quarto.

“Ci ho provato veramente, dando tutto con Bottas“, ha raccontato il suo tentativo di raggiungere Valtteri per agguantare l’ultimo posto sul podio. “Sicuramente è stata una delle mie migliori performance in F1 al netto del risultato”.

Per tirarsi su il morale il monegasco ha voluto citare il 2020 quando la Rossa era ancora più in difficoltà. “Se guardiamo da dove siamo partiti abbiamo fatto uno step avanti. Certo non siamo ancora dove vorremmo essere, ma c’è stato un miglioramento”, la sua considerazione.

Per Carlos una beffa ancora più grande

E se il 23enne ha cercato di mettere una pezza a parole all’esito poco edificante racconto in Italia, il #55 non è riuscito a mascherare la delusione per non aver retto neppure il confronto con la Red Bull di Perez.

“Il primo stint è stato abbastanza complicato. Volevo spingere un po’ di più, ma il posteriore non aveva aderenza e dopo l’incidente di ieri nelle libere non avevo ancora la giusta fiducia”, ha analizzato l’iberico ammettendo poi la frustrazione per la mancanza di velocità utile ad ambire a qualcosa di più.

Ricordiamo l’esito di questa domenica ha portato al ribaltamento delle posizioni nella classifica generale marche, con la McLaren passata ora ad occupare la terza piazza con 215 punti, mentre il Cavallino è scivolato in quarta con 201,5.

Carlos Sainz (©Ferrari Twitter)

Chiara Rainis