Hamilton, che guaio. Verstappen a Monza può fare il colpaccio: l’analisi

Partenza horror dell’inglese. E ora Verstappen può sperare in un risultato inatteso. Ferrari in difesa, Giovinazzi super

Max Verstappen nella sprint race di Monza (Foto Rudy Carezzevoli/Getty Images)

Una qualifica sprint che concede poco o nulla allo spettacolo, ma dà punti (e spunti) interessanti per la gara di domenica di Monza ma anche per il campionato. Perché il risultato di oggi può davvero essere un colpo alle speranze Mercedes in chiave iridata.

Bottas concreto, Verstappen ancor di più

Detto di una gara davvero poco emozionante, Valtteri Bottas ha comunque portato a casa la posta più alta azzeccando finalmente il via e tenendo la testa dall’inizio alla fine. Che davvero l’addio alla Mercedes gli abbia fatto bene? Chissà.

Sta di fatto che domani, con la penalità da scontare dal finlandese, a partire davanti a tutti sarà quel Max Verstappen che arrivava a Monza in assetto da difesa ma che incredibilmente potrebbe ritrovarsi a guadagnare punti pesanti in chiave iridata. Sì perché l’olandese ha sfruttato alla perfezione l’errore del rivale per strappare intanto altri due punti in classifica. E domani, partendo davanti a tutti, dovrà solo stare attento solo alle due McLaren, che potrebbero cercare l’occasione della stagione per ottenere un risultato impensabile alla vigilia.

Hamilton si complica la vita

Grande deluso è proprio chi in Italia cercava la risposta dopo il ko di Zandvoort. Lewis Hamilton ha rovinato tutto con una partenza pessima e con una gara in cui ha faticato anche a tenere il ritmo delle McLaren, seppur motorizzate Mercedes. Ora si mette davvero male per domenica. La tattica è una e una soltanto: tentare il tutto per tutto in partenza, per perdere meno terreno possibile da Verstappen. O il conto da pagare alla fine sarà molto salato. I rischi sono alti, ma qualcosa andrà fatto per sovvertire un pronostico che ora sembra nettamente darlo per sfavorito.

Capitolo a parte lo meritano le Ferrari, che hanno raccolto il massimo possibile dopo una prima parte di weekend brianzolo che è sembrato davvero nero. Preoccupa però la domenica di Charles Leclerc, che con la prima power unit montata rischia davvero tanto di andare in fumo, in tutti i sensi. Infine nota, l’ennesima, di merito ad Antonio Giovinazzi: ottavo, dopo un super-lavoro ieri. Questo ragazzo ha la stoffa. Punto e basta.

Lewis Hamilton in pista sulla Mercedes
Lewis Hamilton in pista sulla Mercedes (Foto Lars Baron/Getty Images)

LEGGI ANCHE —> 11 settembre 2001: quando Monza fu investita dalla tragedia delle Torri