Mir si rammarica: “Ecco quest’anno cosa non è andato”

Joan Mir arriva dalla stagione della consacrazione in MotoGP e naturalmente si aspettava qualcosa in più da questo 2021 avaro di successi.

Joan Mir nella conferenza stampa alla vigilia del Gran Premio di Aragon di MotoGP 2021
Joan Mir nella conferenza stampa alla vigilia del Gran Premio di Aragon di MotoGP 2021 (Foto Dorna)

Questo 2021 è partito con Joan Mir che aveva ed ha i galloni di campione del mondo. Sinora però il suo rendimento non lo ha messo nella condizione di poter lottare per il titolo. Nonostante tutto, grazie alla sua proverbiale consistenza, lo spagnolo è attualmente il primo inseguitore di Fabio Quartararo nella classifica iridata nonostante sia ancora a zero nella casella delle vittorie.

Al momento Joan Mir si trova a 65 punti da Quartararo, davvero tantissimi da recuperare. Lo spagnolo ci proverà però finché l’aritmetica non gli darà torto e in ogni caso proverà a chiudere bene una stagione che comunque lo ha visto salire sinora 4 volte sul podio.

Joan Mir traccia la linea per il futuro

L’impressione è che la Suzuki, pur crescendo nelle prestazioni, non sia riuscita a pareggiare la crescita di marchi come Ducati e Yamaha, che invece hanno fatto un grosso passo in avanti lavorando su quello che potevano. Nonostante tutte le difficoltà però Joan Mir si è confermato un pilota importante lottando per le posizioni di vertice durante tutta la stagione.

LEGGI ANCHE >>> Quartararo e il suo inconfessabile segreto: “Ecco cosa faccio prima del GP”

Durante la conferenza stampa del giovedì il rider iberico ha così fotografato il momento che sta vivendo: “A Silverstone mi aspettavo molto di più, ma poi in gara ho avuto dei problemi e non sono riuscito ad ottenere una buona posizione. Alla fine però ho comunque ottenuto la 2a piazza nel Mondiale. La cosa importante è avere un buon feeling qui per poter lottare per la vittoria domenica. Quest’anno non siamo riusciti a migliorarci quanto pensavamo”.

Antonio Russo

Joan Mir
Joan Mir (Getty Images)